Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Società: per azioni - Beppe Sala - ebook

Società: per azioni

Beppe Sala

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 324,54 KB
  • EAN: 9788858433850

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Beppe Sala presenta qui un testo terso di cultura e proposta politica. Interpretando i temi che caratterizzano un'autentica visione globale, propone la struttura di una nuova forma per il socialismo del XXI secolo e affronta i nodi storici che determinano la vicenda internazionale e italiana. Bisogna ragionare su una diversa idea della politica, del governo, del mondo, degli affetti e delle azioni necessarie per pensare a una società più equa. Sala, da sindaco di una città nevralgica come Milano e da politico che crede nella missione civile e politica della sinistra, insiste sulla necessità di una connessione tra le grandi città mondiali, nella prospettiva di una utopia concreta: una comune società per azioni, basata sulle risorse infinite delle persone che vi partecipano. Non la Città-Stato, ma la Città-Mondo è il perno di un mutamento di prospettiva. Essa rappresenta in sé il mondo: chiunque vi è incluso, chiunque ha diritto di cittadinanza, purché intenda e dunque abbia la possibilità di inserirsi nella logica attiva del benessere comune.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,33
di 5
Totale 3
5
0
4
1
3
0
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Yuki

    16/06/2020 07:44:19

    Un buon tentativo di riprendere le fila della politica. Sicuramente non un trattato indimenticabile, ma un punto di partenza per una nuova società, più equilibrata. Le idee e i percorsi suggeriti sono interessanti e a volte non banali. Un lettura per chi pensa di intraprendere un percorso politico.

  • User Icon

    luca

    13/06/2020 22:03:27

    Mamma mia che delirio di parolame!!!!!!! Questa è la scienza politica schizofrenica senza nessuna logica ma impregnata di inutili paroloni!!!!!! Un appunto ad Einaudi certi scritti non merito di stare nella collana con gente del calibro di Benedetta Tobagi Stiglitz Gotor gente che ha realmente qualcosa da dire!!!! Soldi buttati

  • User Icon

    Mario50

    10/06/2020 11:46:17

    Il libro non mi è piaciuto: l'intenzione dell'autore è ambiziosa, quella di proporre una nuova proposta di socialismo, ma l'elaborazione dei concetti è confusa, nessun percorso concreto viene formulato, si trovano delle formule che sembrano piuttosto tentativi di slogan nel vuoto delle proposte. Oltretutto formulati in modo contorto, a causa anche dello stile di scrittura tutt'altro che fluido, frasi messe in successione che rendono al lettore qualche difficoltà di collegamento le une con le altre. Il mio giudizio non è positivo. Frasi come la seguente "E' nella natura stessa del progressismo essere continuamente 'in progresso', ovvero reinventarsi di momento in momento, nelle modalità con cui si puo' rappresentare la società verso l'acquisizione di diritti, così come procedere in direzione dell'invenzione e del rispetto di nuovi doveri", oppure "l'incontro del sogno con la realtà è la discriminante della sinistra".

  • Beppe Sala Cover

    Laureato in Economia presso l'Università Bocconi, per quasi vent'anni ha lavorato per il gruppo Pirelli fino a diventare Amministratore delegato di Pirelli Pneumatici. In seguito ha ricoperto altri incarichi manageriali: è stato tra l'altro, Direttore generale di Telecom Italia e Presidente di A2A. Da Commissario Unico del Governo ha creato e gestito Expo 2015. In seguito, si è candidato alle elezioni per il Comune di Milano, diventandone Sindaco nel giugno del 2016. Come sindaco di Milano ha guidato la rinascita della città, con l’obiettivo di farne un modello di riferimento per l’Italia all’altezza delle capitali europee e mondiali. Da aprile 2020 è a capo di C40 for a Green and Just Recovery, la task-force dei sindaci del mondo impegnati... Approfondisci
Note legali