Recensioni Sogni e favole

  • User Icon
    02/09/2020 10:19:52

    Sogni e favole di Emanuele Trevi. Ponte delle grazie Il segnalibro di Boldini, utilizzato durante la lettura, rappresenta perfettamente l’essenza di questo libro, poetico e spietato nello stesso tempo, chiaro scuri che si miscelano come una opera d’arte. L’autore narra, attraverso l’esperienza personale, il suo incontro con uomini e donne straordinarie, quelle persone definite artiste, gente che vive attraverso i propri sogni e i propri incubi (favole). Sogni e favole è l’inizio di un poema Pietro Trapassi in arte Metastasio, che da semplice borgataro romano divenne poeta ufficiale alla corte Austriaca. Libro denso di citazioni letterarie, spunti culturali e di profonde riflessioni, è un navigare faticoso ma fecondo in mezzo alla sua ricchezza. Una Roma vista con occhi lontani dallo splendore “instaggrammabile” ma splendore visivo aperto agli occhi di chi si ferma e guarda. Un omaggio meraviglioso alla città. Alla fine la vita non è tutto un susseguirsi di sogni e favole?? Sogni, e favole io fingo; e pure in carte mentre favole, e sogni orno, e disegno, io lor, folle ch'io son, prendo tal parte, che del mal che inventai piango, e mi sdegno.5 Ma forse, allor che non m'inganna l'arte, piú saggio io sono? È l'agitato ingegno forse allor piú tranquillo? O forse parte da piú salda cagion l'amor, lo sdegno? Ah che non sol quelle, ch'io canto, o scrivo,10 favole son; ma quanto temo, o spero, tutto è menzogna, e delirando io vivo! Sogno della mia vita è il corso intero. Deh tu, Signor, quando a destarmi arrivo, fa ch'io trovi riposo in sen del Vero.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/05/2020 15:10:47

    Un libro semplicemente stupendo. Con una scrittura sublime accompagna il lettore tra i versi di Metastasio, la poesia di Amelia Rosselli e le fotografie di Arturo. Fondamentale.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/05/2020 18:00:32

    Sogni e Favole è un'opera incantevole scritta da un grande autore. Trevi ha uno stile raffinato, come pochi altri (ricorda Busi per certi aspetti). Questo è effettivamente romanzo strano, un alternarsi di parti, autobiografiche e biografiche: l'educazione dello stesso Trevi a Roma (la più bella parte), Garboli, Amelia Rosselli. Lo consiglio a chi ama la ricerca linguistica e romanzi tutt'altro che convenzionali. Sicura leggerò ancora altro di Trevi, forse tra i migliori in Italia oggi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 11:44:35

    Quanta arte con l’ani In questo scritto... Roma,Metastasio, Tarkovsky, Patten,Rosselli,Garboli.. Alcuni dei loro non li conoscevo, ma Trevi mi ha dato la chiave per entrare nei loro piccoli-grandi mondi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 10:53:26

    Emanuele, appena ventenne lavora in un cineclub a Roma. Una notte entra in sala e trova un uomo solo in lacrime, è Arturo Patten, uno dei più importanti fotografi ritrattisti. Emanuele ed Arturo diventano subito amici. Arturo gli insegna tutto ciò che conosce e gli fa incontrare Cesare Gaboli che affida ad Emanuele la sua missione: quella di indagare su Metastasio e sul sonetto Sogni e favole io fingo. Ecco dunque, che il libro descrive quei momenti e i viaggi che Emanuele intraprende per i suoi studi su Metastasio e sui grandi autori della letteratura moderna- da Puskin a Pessoa fino ad Amelia Rosselli. A metà fra l’autobiografia e il saggio, Emanuele Trevi crea un’opera che mette seriamente in discussione la nostra capacità di esistere davvero.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/09/2019 21:41:36

    Un libro strano, consigliatomi da un caro amico e che a tratti mi ha commosso - la storia dell'amicizia con il fotografo Arturo Patten oppure la descrizione della vita di Amalia Rosselli - e fatto scendere un velo di malinconia - nelle parti in cui Trevi racconta la Roma degli anni '80 - ma che non mi ha avvinto del tutto, non mi ha fatto scattare la scintilla della lettura appassionante. Sicuramente un'occasione per riflettere sul tempo e il suo trascorrere, su ciò che è vero ed importante e su ciò che è fugace. Una scoperta sicuramente il sonetto di Metastasio che accompagna il lettore lungo tutta la narrazione.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/08/2019 13:34:05

    Un quasi- romanzo fatto di incontri, passeggiate e riflessioni per capire la differenza fra la vita vera e la vita immaginata. Emanuele Trevi si chiede e ci chiede se esistiamo davvero e la verità è solo una- se le storie inventate suscitano in noi la stessa commozione delle vicende reali, forse di sogni e favole è fatta la vera vita. Consigliato ai sognatori e ai disillusi.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/06/2019 06:11:21

    Sono di parte . Lo confesso. Non perché conosca l’autore. Ma perché, fruitrice come tanti del suo scritto, come Atreio ne La storia infinita, in questo libro ci sono io. E mi chiamo Arturo. E mi stropicciavo gli occhi di incredulità ad ogni parola che mi dava voce e mi permetteva, descrivendo anfratti e pieghe, di sentirmi e tastarmi , tutta intera e viva. Arturo, l’infuocata passione per la Bellezza della Vita in ogni sua Forma, quanto più anonima e inconsapevole di se’. Sono Arturo. E con la totalità di cui sono capace, questo è il modo più anonimo che ho trovato per esprimere gratitudine a chi ha dato voce a tutti gli Arturi del mondo. Selene

    Leggi di più Riduci