Soirées musicales per voce e chitarra / 12 Ariette per voce e chitarra su melodie di Rossini - CD Audio di Gioachino Rossini,Ferdinando Carulli

Soirées musicales per voce e chitarra / 12 Ariette per voce e chitarra su melodie di Rossini

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 2 dicembre 2014
  • EAN: 5028421946283

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La promessa; Il rimprovero; La partenza; L’orgia; L’invito; La pastorella dell’Alpi; La gita in gondola; La danza
Le Ariette italiane sono otto brani tratti dalle Soirées musicales, una raccolta di arie e di romanze composte da Rossini a Parigi dopo aver posto bruscamente fine a una trionfale carriera, che lo aveva visto diventare il compositore di opere più famoso di tutta l’Europa. Queste opere sono una straordinaria delizia e ognuna di esse è incentrata su un argomento o un’emozione particolare ed è intrisa di umorismo, arguzia, nostalgia, saggezza e ironia. Le Douze Ariettes italiennes furono scritte dal grande virtuoso di chitarra e compositore Ferdinando Carulli sulle melodie più famose delle opere di Rossini, brani da salotto dal fascino elegante, in grado di garantire un raffinato divertimento all’esigente pubblico dell’epoca. Queste opere vengono presentate dal soprano Silvia Vajente con un indovinato mix di bellezza e sentimento, con il chitarrista Adriano Sebastiani che aggiunge un perfetto accompagnamento strumentale. Il booklet contiene tutti i testi cantati, ampie note di copertina e la biografia dei due interpreti.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Gioachino Rossini Cover

    Compositore.Gli esordi. Suo padre, Giuseppe Antonio, «pubblico trombetta» (banditore) del comune di Pesaro, integrava i guadagni suonando il corno nelle manifestazioni teatrali e nelle pubbliche accademie; sua madre, Anna Guidarini, era una cantante che svolse una breve carriera nei teatri marchigiani e a Bologna. Nel 1802 a Lugo, dove la famiglia si era trasferita, R. poté studiare in casa dei fratelli Luigi e Giuseppe Malerbi. Fu quest'ultimo che gli fece conoscere, con ogni probabilità, lavori di Mozart e Haydn, conoscenza testimoniata dalle sei Sonate a quattro per violini, violoncello e contrabbasso, scritte all'età di dodici anni, nel 1804, quando R. non aveva preso, secondo le sue stesse parole, alcuna «lezione di accompagnamento». Non sembra dunque che quando, nel 1806 (anno in cui... Approfondisci
  • Ferdinando Carulli Cover

    Chitarrista e compositore. Dopo aver svolto la sua attività in Italia, nel 1808 si trasferì a Parigi, riscuotendo grande successo come didatta e come compositore. Gli editori parigini, soprattutto Carli, pubblicarono quasi tutti i suoi lavori, che comprendono ca 400 numeri d'opera, tra cui i celebri metodi (L'harmonie appliquée à la guitare, 1825), scritti con intelligenza e con particolare cura per il periodo iniziale di studio. Le sue composizioni – di valore discontinuo, ma non prive di fresca inventiva – sono per chitarra sola, due chitarre, chitarra con altri strumenti, oltre a tre concerti per chitarra e orchestra e a un concerto per flauto, chitarra e orchestra. Approfondisci
Note legali