Il sole che verrà

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Pippo Pollina
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Jazzhaus
Data di pubblicazione: 10 febbraio 2017
  • EAN: 4260075861340

€ 13,50

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nuovo album di Pippo Pollina con tredici canzoni inedite e tre duetti internazionali con tre grandi voci femminili: la mezzosoprano Odilia Vandercruysse, la cantante argentina Marili Machado e la norvegese Rebekka Bakken.
Di seguito il concept e le motivazioni artistiche del nuovo album, dalle stesse parole del compositore: “Il tema della speranza non ha mai smesso di abitare il mio canzoniere. Fin dai primi dischi la passione per un “futuro migliore” ha animato la mia penna e macchiato il mio pentagramma in una sorta di leit motiv programmatico.
Non c’era nulla di aprioristico in quest’urgenza ma solo una vocina interiore che puntualmente ispirava la nascita di qualche melodia e di qualche verso.
Stavolta la necessità di leggere una rinascita nel significato della nostra presenza su questo pianeta diventa il concetto globale della mia ultima opera. Perché non può esserci un domani certo senza la ricerca di una radice comune, di un destino che ci vede tutti interpreti di una medesima traiettoria, indipendentemente da ciò che sembra distinguerci dagli altri. Se è vero il principio secondo il quale a un’azione corrisponde un’altra contraria ad essa, allora si spiega facilmente la spirale di violenza che si diffonde a macchia d’olio nelle nostre società.
Laddove la politica e la religione, impegnate a ossequiare la moderna economia come fosse una divinità indiscutibile, non riescono più a fornire gli elementi per una piattaforma d’idee e di valori sufficienti, forse allora tocca a noi artisti indicare una strada possibile. Disegnare un percorso per un futuro di pace e d’incontro fraterno. Tracciare quel segno che conduce, come gli antichi ben sapevano, nella direzione del sole.”
Biografia
Pippo Pollina nasce a Palermo nel 1963 da una famiglia borghese di origini contadine. Cresce e studia nel capoluogo siciliano frequentando negli anni 80 la facoltà di giurisprudenza e l’accademia “Amici della musica” con studi di chitarra classica.
Impegnato nell’allora nascente movimento antimafia collabora al mensile catanese “I siciliani” fino all’omicidio ad opera di cosa nostra del suo direttore storico Giuseppe Fava. Insieme ad altri musicisti palermitani fonda il gruppo Agricantus con il quale lavora fino alla fine del 1985 in sei anni di intensa attività concertistica in Italia e all’estero, e seminaristica nelle scuole medie e superiori della Sicilia.
Pippo Pollina lascia l’Italia alla fine del 1985 per intraprendere un viaggio senza una meta precisa e dopo 3 anni di giro del mondo approda in Svizzera, dove oggi vive, nella città di Zurigo. Un canzoniere di circa 200 brani incisi nel solco di 19 album. Oltre 4.000 concerti in Italia, Germania, Austria, Francia, Svizzera, Olanda, Svezia, Belgio, Egitto e U.S.A.
Innumerevoli collaborazioni artistiche fra cui rimarchevoli quelle con Franco Battiato, Inti-Illimani, Konstantin Wecker, Linard Bardill, Nada, Georges Moustaki, Schmidbauer & Kälberer, Charlie Mariano, Patent Ochsner, Giorgio Conte etc. fanno di Pollina un artista in perenne movimento creativo.
Svariati premi della critica in rinomate rassegne musicali sia in Italia che all’estero lo indicano come uno dei depositari della tradizione della grande canzone d’autore italiana.
Pippo Pollina vive con sua moglie Christina e i suoi figli Julian e Madlaina a Zurigo.
Disco 1
1
Potrò mai dirti
2
A mani basse
3
Andarsene d’estate
4
Il nibbio
5
Eppure si muove
6
Cento chimere
7
Divertimento latino
8
Rugiada sui tetti
9
E laggiù le lampare
10
Io non ho paura
11
Nell’infinito
12
Il sole che verrà
13
Ancora una
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Salvatore

    12/02/2017 12:32:45

    Straordinario. Da gustare tutto: non c'è neppure un brano che non sia bello. La speranza, il rispetto, l'umanità,'Amore con la A maiuscola, l'Uomo .... sempre presente con la fiducia nel domani. Melodie che ti cullano, che ti rapiscono l'animo e la mente. Sicuramente più che bello!

| Vedi di più >
Note legali