Categorie

Jeffery Deaver

Traduttore: R. Prencipe
Editore: Rizzoli
Collana: Vintage
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 511 p., Brossura
  • EAN: 9788817088138
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 7,56

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Samuele

    19/12/2016 21.37.49

    Non il solito Deaver, anzi , questo libro sfiora la banalità: si poteva evitare tranquillamente la parte del figlio; senza parlare della storia d'amore degna di un vero romanzo rosa per ragazzi. Ho dato due stelle solo perchè amo questo scrittore. E dire che ho aspettato per così tanto tempo questo libro....Delusione.

  • User Icon

    Adriana Rosas

    20/07/2016 10.48.01

    Molto bello, anche se molto complicato. La storia principale (l'attacco al Solitude Creek) si intreccia con altre storie, relative ad altri reati, ma anche alla vita familiare e sentimentale della protagonista; questa complessità disorienta un po' e richiede certamente un po' di impegno, ma il libro è - come sempre - ben costruito, ricco di colpi di scena, e ben scritto. E ogni storia è sviluppata in modo intelligente, basandosi su conoscenze specialistiche di notevole spessore: il che dà - ad ogni storia - la credibilità necessaria ad avvincere e a far riflettere!

  • User Icon

    bruno

    17/02/2016 12.28.05

    Decisamente deludente. Altro libro scritto "a peso": la narrazione si compone di tre storie parallele (una principale, le altre per far volume)che, in quanto tali, non si incrociano se non per qualche marginale dettaglio. Personaggi stereotipati, ritmo carente, stimolo a portare alla fine le 511 pagine tendente a zero. Da evitare.

  • User Icon

    Piera prestinari

    12/11/2015 07.48.16

    Noioso, faccio fatica riprendere il libro in mano

  • User Icon

    MARIA CARLA

    11/10/2015 14.48.07

    A me è piaciuto, anche se un po' troppo "macchinoso". poco thriller e più divagazioni, ma questo l'ha resto originale e interessante.

  • User Icon

    Sofia

    09/09/2015 13.08.25

    "Solitude Creek" è solo il secondo libro che leggo di Deaver, ma nonostante mi è piaciuto. Mi piace molto il suo stile, semplice ma non banale e soprattutto interessante. Chiudo il libro e non vedo l'ora di poter continuare con la lettura. Questo, per me, è uno dei fattori più importanti. Detto ciò, ci sono comunque alcune cose che non mi hanno convinta. Tra tutte, la cosa che mi è piaciuta di meno è stata il finale. Le ultime pagine. E' stato come cadere dal pero.

  • User Icon

    mario montella

    06/08/2015 10.32.54

    Si è vero è più deludente di tanti libri di Jeffery, è un po' confuso e sembra spesso un (mero) bel esercizio di stile. Pero' se ami JD lo leggi, l'ambientazione nella parte piu' interessante della California, la lotta tra il male assoluto ed il bene (che poi tanto puro non è), l'uso della intelligenza e della tecnologia........... tutto ciò crea un legame tra autore e lettore difficile da rompere. MM

  • User Icon

    dario

    26/07/2015 18.57.46

    Che delusione, se penso alle sue precedenti fatiche letterarie mi sembra che non sia scritto da Deaver. Confuso nella narrazione e poi il figlio Wes infiltrato nella banda giovanile per avere la stima della madre mi sembra davvero troppo. Non lo consiglio

  • User Icon

    gigliola

    18/07/2015 23.22.22

    Ho letto tanti libri di Deaver, ma, questo sembra scritto da un altra persona.stentato, noioso....mollato alla 150esima pagina.

  • User Icon

    elena.bazz

    18/07/2015 19.18.01

    Una volta in pochi giorni divoravo i libri di Deaver, questo invece ho fatto fatica a finirlo. Che delusione! In ormai troppi dei suoi ultimi thriller ho l'impressione che lo scrittore abbia perso la sua verve e la sua bravura, che all'inizio credevo indiscutibili. Un libro noioso, una trama e un'indagine che fanno fatica a procedere, pochi spunti interessanti. Ci sono in giro thriller di gran lunga migliori, questo non mi sento proprio di consigliarlo...

  • User Icon

    Marcello

    13/07/2015 14.36.56

    Troppi episodi ripetitivi fanno le prime 300 pagine noiose e scontate .A fatica raggiunte le ultime 100 pagine, finalmente un barlume di luce thriller ti prende per portarti su strade diverse non prevedibili ed un po' di maniera. Mal riuscito e da non consigliare

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione