Sonate - CD Audio di Domenico Scarlatti

Sonate

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Domenico Scarlatti
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 5
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 3 maggio 2013
  • EAN: 5028421946139
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 20,50

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Registrazioni: 1997-2009
Questo cofanetto propone un programma tanto originale quanto appassionante: una vasta silloge di sonate di Domenico Scarlatti eseguite con cinque strumenti diversi: il clavicembalo, il pianoforte, la chitarra, l’arpa e la fisarmonica. Le sonate del figlio del grande Alessandro Scarlatti sono caratterizzate da una scrittura così ricca ed elaborata che ogni volta che vengono eseguite su strumenti diversi rivelano nuovi segreti, lati di imprevedibile bellezza, spunti arguti e una serie di sentimenti viscerali sostenuti da un virtuosismo e una brillantezza assolutamente incomparabili. Tra gli artisti coinvolti in questo progetto figurano alcuni vincitori di prestigiosi premi internazionali, tra cui il pianista Michelangelo Carbonara (vincitore del primo premio al Concorso Schubert), il clavicembalista Pieter-Paul Belder (Diapason d’Or), l’arpista Godelieve Schrama (Netherlands Music Prize) e il fisarmonicista Mie Miki (Record Academy Award).
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Domenico Scarlatti Cover

    Compositore.Le vicende biografiche fra roma, lisbona e madrid. Sestogenito di Alessandro, dopo i primi studi compiuti sotto la guida del padre ebbe nel 1701 la nomina a organista e compositore di musica della real cappella di Napoli ed esordì in campo teatrale nel 1703 con L'Ottavia ristituita al trono e con il Giustino. Accompagnò il padre, nel frattempo, a Firenze, e lo raggiunse poi a Roma; si trasferì quindi a Venezia, dove completò gli studi sotto la guida di F. Gasparini e dove incontrò Vivaldi e Händel. Maestro di cappella della regina Maria Casimira di Polonia a Roma, fra il 1709 e il '14 allestì vari melodrammi. Nel 1713 fu nominato coadiutore in S. Pietro; l'anno dopo ottenne il posto di maestro di cappella, che conservò sino all'estate 1719. Quell'anno si recò in Inghilterra per... Approfondisci
Note legali