Sonate per pianoforte vol.6

Compositore: Franz Joseph Haydn
Interpreti: Jean-Efflam Bavouzet
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Chandos
Data di pubblicazione: 1 maggio 2017
  • EAN: 0095115194225
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 21,90

Venduto e spedito da IBS

22 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Franz Joseph Haydn (1732-1809): Sonata n.11 in Si bemolle maggiore Hob. XVI:2; Sonata n.34 in Re maggiore Hob. XVI:33; Sonata n.35 in La bemolle maggiore Hob. XVI:43; Sonata n.36 in Do maggiore Hob. XVI:21; Sonata n.43 in Mi bemolle maggiore Hob. XVI:28.
Questo splendido disco rappresenta il sesto volume dell’acclamata integrale delle sonate per pianoforte di Franz Joseph Haydn portata avanti per la Chandos dal fenomenale pianista francese Jean-flam Bavouzet. Il programma si apre con la Sonata n.11 in Si bemolle maggiore, l’opera per pianoforte più imponente scritta dal grande compositore di Rohrau nel corso della prima fase della sua carriera, alla quale fanno seguito la Sonata n.34 in Re maggiore e la Sonata n.35 in La bemolle maggiore, due opere poco conosciute scritte da Haydn verso la fine degli anni Settanta del XVIII secolo e pubblicate senza l’approvazione dell’autore. Il disco si chiude con la Sonata n.36 e la Sonata n.43, che aprono entrambe una raccolta di sei sonate e prospettive del tutto nuove nello stile compositivo di Haydn. I prossimi volumi di questa integrale continueranno a esplorare la straordinaria varietà stilistica ed espressiva delle sonate del grande maestro del Classicismo viennese. Come sempre, Bavouzet delinea nelle note di copertina il suo approccio interpretativo, mettendo in risalto in termini estremamente positivi "la caratteristica brevità dei temi di Haydn, i frequenti elementi umoristici, gli spunti sorprendenti e la raffinatezza degli abbellimenti", aggiungendo poi: "Le cinque sonate presentate in questo disco non sono tra le opere per pianoforte più conosciute di Haydn, ma – nonostante questo – celano molti piccoli tesori [...] Sono felice di dedicare questo disco al professor Ernő Nemecz, con il quale ho condiviso per 35 anni l’amore per la musica di Haydn".