Sonate russe per violoncello - CD Audio di Sergej Sergeevic Prokofiev,Sergej Vasilevich Rachmaninov,Dmitri Shostakovich,Igor Stravinsky,Nikolai Yakovlevich Myaskovsky,Truls Mork

Sonate russe per violoncello

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Virgin Classics
Data di pubblicazione: 23 marzo 2016
  • EAN: 0724348206725

€ 11,50

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Sonata for Cello and Piano in G minor Op. 19: Lento - Allegro moderato
2
Sonata for Cello and Piano in G minor Op. 19: Allegro Scherzando
3
Sonata for Cello and Piano in G minor Op. 19: Andante
4
Sonata for Cello and Piano in G minor Op. 19: Allegro mosso
5
Vocalise, Op. 34/14
6
Two Pieces, Op.2: No.1 Prelude
7
Two Pieces, Op.2: No.2 Danse Orientale
8
Sonata for Cello & Piano No.1 in D Major, Op.12: Adagio - Andante
9
Sonata for Cello & Piano No.1 in D Major, Op.12: Allegro passionate - Adagio
Disco 2
1
Cello Sonata No. 2 in D minor Op. 40: I. Allegro non troppo - Largo
2
Cello Sonata No. 2 in D minor Op. 40: II. Allegro
3
Cello Sonata No. 2 in D minor Op. 40: III. Largo
4
Cello Sonata No. 2 in D minor Op. 40: IV. Allegro
5
Suite Italienne for cello and piano (cello part in collaboration with Gregor Piatigorsky): I. Introduzione
6
Suite Italienne for cello and piano (cello part in collaboration with Gregor Piatigorsky): II. Serenata
7
Suite Italienne for cello and piano (cello part in collaboration with Gregor Piatigorsky): III. Aria
8
Suite Italienne for cello and piano (cello part in collaboration with Gregor Piatigorsky): IV. Tarentella
9
Suite Italienne for cello and piano (cello part in collaboration with Gregor Piatigorsky): V. Minuetto e Finale
10
Cello Sonata in C major Op. 119: I. Andante grave - Moderato animato
11
Cello Sonata in C major Op. 119: II. Moderato - Andante dolce
12
Cello Sonata in C major Op. 119: III. Allegro, ma non troppo
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Sergej Sergeevic Prokofiev Cover

    Compositore e pianista russo. Gli studi e la precoce personalità. Il padre, agronomo, aveva una vasta proprietà in Ucraina; la madre, M.G. Zitkpva, era un'ottima pianista. Le innate doti musicali di P. poterono svilupparsi in un ambiente estremamente favorevole: a sei anni era già capace di dare forma a pensieri musicali; due anni dopo si impegnava a scrivere un'opera (Il gigante, Sulle isole deserte, di cui restano abbozzi per pianoforte), ideando da solo soggetto, messa in scena, parole, musica. Col suo primo maestro rivelò una certa avversione alla disciplina scolastica; con il successivo, R.M. Glière, parve invece trovarsi a suo agio. Al conservatorio di Pietroburgo, dove frequentò le classi di A.K. Liadov e N.A. Rimskij-Korsakov, la situazione... Approfondisci
  • Sergej Vasilevich Rachmaninov Cover

    Compositore, pianista e direttore d'orchestra russo naturalizzato statunitense. Studiò a Pietroburgo e a Mosca con Taneev e Arenskij.?Dal 1893 intraprese come pianista brillanti tournées in patria e all'estero; nel 1904-06 diresse il teatro Bolscioi e nel 1911-13 la Filarmonica di Mosca. Allo scoppio della rivoluzione si stabilì negli usa, continuando la sua trionfale carriera concertistica.?Come compositore si allineò sulle posizioni occidentaliste di Cajkovskij e dell'ambiente moscovita, rivelando già nei primi lavori la sua spiccata propensione per un eclettismo stilistico cosmopolitico.?Un linguaggio armonico personale e un'accesa densità espressiva di stampo postromantico, unita all'avvincente gesto melodico, costituiscono i pregi delle sue composizioni... Approfondisci
  • Dmitri Shostakovich Cover

    Compositore russo.Gli anni di formazione e la fase modernista. Allievo del conservatorio della città natale, si accostò ai più attivi movimenti dell'avanguardia rivoluzionaria, con Prokof'ev, Majakovskij, Meyerhold ecc. Nel 1926 la Sinfonia n. 1 lo rivelò sul piano internazionale, mettendo in luce una spregiudicata e originale assimilazione dei più vari ritrovati della musica contemporanea europea, sorretti da una straordinaria disinvoltura tecnica. Oltre a influssi di Rimskij-Korsakov e Prokof'ev, la sua produzione giovanile (sinfonica, da camera e teatrale), risente del neo-oggettivismo tedesco e francese, in particolare di Hindemith: vi domina un piglio aggressivo dai tratti grotteschi e ironici, timbricamente esuberante ed estroso nel ritmo; il suo linguaggio armonico ora sfocia nell'atonalità... Approfondisci
Note legali