Sonate a tre op.1

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 1 marzo 2016
  • EAN: 5028421947891

€ 10,90

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Triosonate op.1

L'uscita di questo CD avvia una prestigiosa integrale, dedicata all'opera strumentale di Tomaso Albinoni. Dotate di grande inventiva, le 12 Triosonate furono pubblicate a Venezia nel 1694, quando il compositore ventitreenne si autodefiniva “dilettante veneto”, uno dei pochi compositori indipendenti, che non fossero a servizio ecclesiastico o di corte. L'incisione, che arriva appena dopo la pubblicazione dell'integrale delle musica strumentale di Vivaldi (BRIL 95200), porta la firma di uno dei migliori leader italiani nell'esecuzione del repertorio.

Dopo essersi diplomato al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, Federico Guglielmo si è specializzato nel repertorio barocco, di cui è oggi considerato uno dei massimi interpreti italiani sia come solista sia con l’ensemble L’Arte dell’Arco.
Disco 1
1
Sonata I in D minor TalM 1,1
2
Sonata II in F TalM 1,2
3
Sonata III in C TalM 1,3
4
Sonata IV in G minor TalM 1,4
5
Sonata V in C TalM 1,5
6
Sonata VI in A minor TalM 1.6
Disco 2
1
Sonata VII in G TalM 1.7
2
Sonata VIII in B minor TalM 1,8
3
Sonata IX in D TalM 1,9
4
Sonata X in F minor TalM 1,10
5
Sonata XI in E minor TalM 1,11
6
Sonata XII in B flat TalM 1.12
  • Tomaso Giovanni Albinoni Cover

    Compositore e violinista. Di famiglia colta e agiata, praticò la musica come dilettante; visse quasi ininterrottamente a Venezia. Dei suoi 48 melodrammi non rimangono che una ventina di arie e i libretti, mentre quasi per intero si conosce la sua produzione strumentale, comprendente 9 raccolte a stampa, delle quali 5 di sonate a tre, da camera e da chiesa, e 4 di sinfonie o concerti a cinque. Con questi ultimi A. si inscrive, in posizione minore ma con una sua spiccata originalità, accanto a Vivaldi e ai due Marcello, nella grande fioritura del concerto strumentale veneziano settecentesco, inaugurata appunto dalla sua raccolta di Sinfonie e concerti a cinque op. 2 (1700). Gli è particolarmente congeniale la forma del concerto d'assieme per archi, ma sperimenta non di rado anche il concerto... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali