Sonate a tre op.3 / Trascrizioni per clavicembalo da Lully - CD Audio di Jean-Henri D'Anglebert,Jacques-Martin Hotteterre

Sonate a tre op.3 / Trascrizioni per clavicembalo da Lully

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 21 febbraio 2014
  • EAN: 5028421947617
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Jacques-Martin Hotteterre fu uno straordinario virtuoso di flauto dolce alla corte di Luigi XIV – il celebre Re Sole – dove ricoprì il prestigioso incarico di Musicien de la Chambre du Roi. Hotteterre fu anche un compositore di grande talento e scrisse un gran numero di opere soprattutto per il suo strumento, nelle quali seppe far coesistere brillantemente alcuni elementi dello stile italiano – tra cui il gusto per il virtuosismo strumentale e per le lunghe linee melodiche – e le caratteristiche principali dello stile francese, rappresentato soprattutto dalle forme di danze di corte e da ornamentazioni molto elaborate. Jean-Henri D’Anglebert fu uno dei clavicembalisti francesi più importanti della sua epoca, anch’egli attivo presso la corte di Luigi XIV. D’Anglebert trascrisse per clavicembalo le suites per orchestra di Lully, un vero e proprio tour de force, che richiede all’interprete di riprodurre la complessa scrittura vocale a cinque voci di queste opere con due sole mani. Nato e cresciuto nel fecondo ambiente filologico internazionale, l’ensemble di strumenti originali Les Eléments esegue queste opere con grande eleganza, virtuosismo, fascino e padronanza stilistica.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Jean Henri D'Anglebert Cover

    Clavicembalista francese. Fu al servizio del duca d'Orléans e dal 1662 di Luigi xiv, succedendo a J.Ch. de Chambonnières. La sua produzione a noi pervenuta è raccolta nell'unico volume da lui pubblicato, le Pièces de clavecin (Parigi 1689), che contiene anche una fondamentale tavola degli abbellimenti, la più completa del repertorio francese. Approfondisci
Note legali