Le sorelle fatali

Eleanor Brown

Traduttore: L. Olivieri
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2011
Pagine: 363 p., Brossura
  • EAN: 9788854504455
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 9,18

€ 17,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta

    28/03/2017 06:52:14

    E’ la storia di tre sorelle con caratteri molto diversi, ma con un unico scopo nella vita: essere le preferite dai genitori. Nonostante si vogliano bene, non riescono ad andare d’accordo, sono sempre in competizione per avere l’affetto dei genitori. Il racconto e’ il ritratto psicologico di ognuno di loro, e di come affrontano insieme la malattia della madre. L’inizio l’ho trovato un po’ lento e il finale deludente ma nel complesso e’ una lettura gradevole.

  • User Icon

    Mami53

    08/04/2013 19:26:21

    Girata l'ultima pagina di questo romanzo, ho la sensazione di un'occasione mancata. Forse bisognava lavorarci di più per ricavarne una storia di quelle che rimangono. Nell'insieme la scrittura è scorrevole ma ci sono qua e là, soprattutto nella prima parte, dei brani che sembrano provenire da romanzetti di scarso valore. Ad esempio: "... un solo sorso di uno di quei cocktail luminosi e trasparenti come pietre preziose bastava a mandarle in fiamme lo stomaco, costringendola ad abbandonare il suo drink sull'elegante bancone di mogano...". Oppure: "... riprese a correre lungo il sentiero da cui era venuta, sperando che quei giorni senza palestra non avessero rese le sue forme più morbide di quanto non donasse a un corpo femminile." Un altro punto debole, secondo me, è l'io narrante, un io plurale: sono le 3 sorelle a parlare di se stesse, o di una solo di loro o di 2, in un'alternanza confusa e spesso incomprensibile. Ho trovato incomprensibile anche il repentino cambiamento di Rose, una vera e propria modifica della sua personalità che avviene dalla sera alla mattina senza una spiegazione sufficiente. Abbastanza interessante la trama: un padre che vive nel suo mondo letterario ed una madre la cui malattia sembra concentrare su di sé, ma solo apparentemente, la vita delle 3 figlie. Ma niente di nuovo. Le citazioni colte, in questo contesto, anziché arricchire il romanzo risultano uno sfoggio sgradevole e fastidioso. Per concludere, se questo romanzo d'esordio fosse rimasto in fondo ad un cassetto, non ne avrei sentito la mancanza.

  • User Icon

    Nicole

    17/03/2013 20:05:27

    Questo libro si è un pò "ripreso" solo verso la fine...ma ciò non cambia che è stato troppo scontato e abbastanza privo di "colpi di scena".Non che io mi aspetti il racconto di chissà quali vicende sbalorditive in romanzi del genere....però non è il massimo quando capisci l evolversi dell intera storia già dai primi capitoli.

  • User Icon

    Marzia

    13/09/2011 16:49:55

    Mi aspettavo più pathos in questo libro, ho trovato ve ne fosse maggiormente nella recensione, ciò nonostante è sicuramente pregno di letteratura con rimandi ad un "classico" per eccellenza quale Shakespeare. Il libro -infatti-, pullula di citazioni delle opere maggiori del bardo, ciò per descrivere un evento, come -piuttosto- un sentimento, è qui sta l'arcano; per chi ama la cultura letteraria è un piacere perdersi tra gli smarrimenti di Ofelia o la rettitudine di Cordelia, penso sia questo il suo segreto. Ciò che t'invita a voltare pagina, non è tanto la storia in se, quanto quel ponte letterario fuori e dentro la storia, se vogliamo.. geniale. Chi è infatuato della parola scritta, gli perdonerà la debolezza narrativa.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione