Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Le sorelle fatali - Eleanor Brown - copertina

Le sorelle fatali

Eleanor Brown

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Lucia Olivieri
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 26 maggio 2011
Pagine: 363 p., Brossura
  • EAN: 9788854504455
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 9,18

€ 17,00

Punti Premium: 17

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 2,99 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cordelia, la più piccola delle sorelle Andreas, riceve un giorno per posta le seguenti righe: Andiamo, su, a pregare gli dei per nostra madre che è presa dalle doglie. La lettera reca la firma di James Andreas, genitore di Cordelia e di Rosalinda e Bianca, docente di letteratura inglese al Barnwell College con un chiodo fisso in testa: William Shakespeare. Avvolta dalle tempeste di sabbia dei versi shakespeariani sin da piccola, con un padre bizzarro, dotto e ossessivo che comunica quasi soltanto attraverso la lingua del genio di Stratford-upon-Avon, Cordelia comprende all'istante il contenuto di quelle righe: la madre è così gravemente malata che occorre subito tornare a Barnwell, la ridente cittadina del Midwest americano dove le tre sorelle hanno vissuto i giorni felici dell'infanzia e dell'adolescenza. Questo è, almeno, quello che Rose, Bean e Cordy, in momenti diversi, decideranno ciascuna per sé: tornare a casa per poi ripartire verso un'altra grande avventura della loro giovane vita. In realtà, a spingerle a fare immediato ritorno a Barnwell è il loro fallimento, la necessità di allontanarsi da un'esistenza sull'orlo del naufragio. Ritornate a Barnwell, le tre sorelle si ritrovano a fare i conti con il loro passato e la loro storia presente. La lunga estate al capezzale della madre le pone, infatti, irrimediabilmente davanti al destino comune che le lega, come le sorelle fatali, le tre streghe del Macbeth, l'opera che ha accompagnato la loro meravigliosa e incomparabile infanzia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,75
di 5
Totale 4
5
0
4
1
3
1
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Roberta

    28/03/2017 06:52:14

    E’ la storia di tre sorelle con caratteri molto diversi, ma con un unico scopo nella vita: essere le preferite dai genitori. Nonostante si vogliano bene, non riescono ad andare d’accordo, sono sempre in competizione per avere l’affetto dei genitori. Il racconto e’ il ritratto psicologico di ognuno di loro, e di come affrontano insieme la malattia della madre. L’inizio l’ho trovato un po’ lento e il finale deludente ma nel complesso e’ una lettura gradevole.

  • User Icon

    Mami53

    08/04/2013 19:26:21

    Girata l'ultima pagina di questo romanzo, ho la sensazione di un'occasione mancata. Forse bisognava lavorarci di più per ricavarne una storia di quelle che rimangono. Nell'insieme la scrittura è scorrevole ma ci sono qua e là, soprattutto nella prima parte, dei brani che sembrano provenire da romanzetti di scarso valore. Ad esempio: "... un solo sorso di uno di quei cocktail luminosi e trasparenti come pietre preziose bastava a mandarle in fiamme lo stomaco, costringendola ad abbandonare il suo drink sull'elegante bancone di mogano...". Oppure: "... riprese a correre lungo il sentiero da cui era venuta, sperando che quei giorni senza palestra non avessero rese le sue forme più morbide di quanto non donasse a un corpo femminile." Un altro punto debole, secondo me, è l'io narrante, un io plurale: sono le 3 sorelle a parlare di se stesse, o di una solo di loro o di 2, in un'alternanza confusa e spesso incomprensibile. Ho trovato incomprensibile anche il repentino cambiamento di Rose, una vera e propria modifica della sua personalità che avviene dalla sera alla mattina senza una spiegazione sufficiente. Abbastanza interessante la trama: un padre che vive nel suo mondo letterario ed una madre la cui malattia sembra concentrare su di sé, ma solo apparentemente, la vita delle 3 figlie. Ma niente di nuovo. Le citazioni colte, in questo contesto, anziché arricchire il romanzo risultano uno sfoggio sgradevole e fastidioso. Per concludere, se questo romanzo d'esordio fosse rimasto in fondo ad un cassetto, non ne avrei sentito la mancanza.

  • User Icon

    Nicole

    17/03/2013 20:05:27

    Questo libro si è un pò "ripreso" solo verso la fine...ma ciò non cambia che è stato troppo scontato e abbastanza privo di "colpi di scena".Non che io mi aspetti il racconto di chissà quali vicende sbalorditive in romanzi del genere....però non è il massimo quando capisci l evolversi dell intera storia già dai primi capitoli.

  • User Icon

    Marzia

    13/09/2011 16:49:55

    Mi aspettavo più pathos in questo libro, ho trovato ve ne fosse maggiormente nella recensione, ciò nonostante è sicuramente pregno di letteratura con rimandi ad un "classico" per eccellenza quale Shakespeare. Il libro -infatti-, pullula di citazioni delle opere maggiori del bardo, ciò per descrivere un evento, come -piuttosto- un sentimento, è qui sta l'arcano; per chi ama la cultura letteraria è un piacere perdersi tra gli smarrimenti di Ofelia o la rettitudine di Cordelia, penso sia questo il suo segreto. Ciò che t'invita a voltare pagina, non è tanto la storia in se, quanto quel ponte letterario fuori e dentro la storia, se vogliamo.. geniale. Chi è infatuato della parola scritta, gli perdonerà la debolezza narrativa.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Note legali
Chiudi