Categorie

Dario Malini

Anno edizione: 2011
Pagine: 142 p. , Brossura

35 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Storia militare - Prima Guerra Mondiale

  • EAN: 9788842543763

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Daniela

    01/05/2015 18.05.44

    Io che in fondo non sono interessata ai fatti di guerra, intesi come strategie, tattiche, meccanismi, poiché non considero la guerra un'arte ma solo una bolgia inutile e crudele, ho apprezzato questo libro, perché è la voce da dentro di un giovane istruito e sensibile, quindi in grado di descrivere con precisione, i meccanismi mentali in cui i soldati si trovavano imbrigliati. L'esaltazione iniziale, i momenti di sconsiderata spensieratezza al fronte, la sfida al nemico, l'indifferenza al rischio della morte prima, ai cadaveri in decomposizione ovunque poi, fino alla stanchezza, alla distanza sia dalla guerra che dal suo "mondo di prima" (le lettere da Roma gli raccontano un mondo che non lo interessa più). In un primo momento l'esaltazione della guerra fa sentire vivo; verso la fine del libro, però, la sensazione è che l'esperienza abbia fatto aprire gli occhi a Giorelli sul vero e più profondo senso dell'esistenza, al punto che la morte sembra giungere quasi naturale. E aveva solo 22 anni. Commuove anche l'idea di un volumetto dimenticato e ritrovato, che permette a noi, oggi, di conoscere questo sconosciuto ragazzo. Anche a lui dobbiamo qualcosa, oggi. Lo trovo adatto anche per i ragazzi.

  • User Icon

    Tiziana Tabbia Plomteux

    06/04/2011 16.52.38

    Ho letto "d'un fiato" questa sorprendente raccolta di momenti vissuti da un giovane artista-soldato e direi "dipinti" veramente come fossero "pennellate d'epoca" : parecchio lontana da certe relazioni spicce e scarne, anche perché soggette alle rudi necessità del momento. Si avverte bene l'artista dietro tutto ciò... Una visione singolare, importante.... Da leggere. Tiziana

  • User Icon

    Loretta Biasi

    06/04/2011 10.14.30

    Libro bellissimo. Ed emozionante. Pagina dopo pagina, ecco la guerra in tutta la sua gtottesca realtà. Colpisce lo sguardo del soldato protagonista, la sua sensibilità e intelligenza, la distanza che riesce a mantenere, nonostante tutto, con gli orrori della guerra, il suo amore per l'arte. Molto bello! Loretta

  • User Icon

    Gira

    29/03/2011 16.09.07

    Ho appena finito il libro ( in due giorni) Molto bello, semplice e di lettura scorrevole,come del resto i pensieri e le considerazioni del nostro Giorelli Stupisce ( ma questo è un impressione che ricorre spesso nel leggere certi diari della GG) la profondità e la maturità di pensiero per un ragazzo di ventidue anni..colpisce il linguaggio e il suo atteggiamento distaccato pur essendo partecipe di tutte le brutture che lo circondano, non so se questo si ricava già dalle sue lettere o se da come sono state ricomposte ricomposte organicamente in forma di diario. Complimenti quindi per questo interessante lavoro che mi auguro trovi l'interesse che merita

  • User Icon

    Giancarlo Filippini

    18/03/2011 15.13.51

    Uno dei più bei libri italiani di narrativa sulla Grande Guerra. Riscoperta dopo quasi cento anni, la storia di questo soldato pittore tocca il cuore e fa riflettere. Finalmente qualcosa di ben scritto sulla prima guerra mondiale, un vero romanzo e, assieme, un documento imperdibile. Lo consiglio a tutti, anche ai ragazzi. Giancarlo

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione