Categorie

Malcolm Lowry

Traduttore: G. Monicelli
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 387 p. , Brossura
  • EAN: 9788807880933

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto Agostini

    17/11/2014 11.46.24

    Nell'era (joyciana) di sfida all'epica classica per proporne una moderna fu pubblicato Sotto il vulcano di Malcom Lowry, inglese che visse negli States, in Messico e Canada, l'esistenza erratica di scrittore e poeta, conclusa a 48 anni nel 1957 dieci anni dopo il suo capolavoro, nel gorgo dell'alcol. Così è il protagonista, Geoffrey Firmin, console inglese, perseguitato da fantasmi (conradiani, danteschi) in lucido cupio dissolvi dopo l'abbandono di Yvonne, languida trentenne ex-attrice che ritorna a lui, avendo flirtato col fratellastro Hugh, giovane reporter eccitabile, anch'egli presente sui luoghi (la valle di Quauhnahuac, la Cuernavaca dei conquistadores). Siamo nel 1939, vicini alla guerra mondiale col ricordo di quella di Spagna, ma gli eventi accadono in un blocco spazio-temporale istantaneo (tutto il tempo in un giorno), protetto dai grandi vulcani simbolici, al di sotto si trascina il Console, finito lì outsider non realizzato (sogna di scrivere il Libro cabalistico). L'ambiente prima di tutto: antiche mura e ripidi viottoli, le "cantinas" (approdi per il Console), le oasi di frescura con piscine, fiori tropicali, animali liberi (un capro diabolico carica i passanti); il romanzo è mesmerizzato, la coscienza narrativa situata fra livelli sovrapposti, le vedute si aprono all'occhio come "miradores" mentre i pensieri si figgono, il Console intossicato si sdoppia, pure i coprotagonisti non sono immacolati. Tutto il racconto di Geoff, con le voci intervallate, potrebbe essere un murale medievale con quel tanto di fumettistico e sacro delle Apocalissi. Il Console, giunto al giudizio finale, deve passare per danze macabre, il Messico fluorescente di fiestas e geologico è il palcoscenico (autobiografico). Non si esce da se stessi, la "stupida tenebra", la bottiglia, il DNA: neanche questo luogo, dipinto talvolta come l'Eden, ci appartiene più. Il Console sarà ucciso in sofferenza: gli ultimi, magnifici tre capitoli religiosi sulle cause del viaggio nella vita.

Scrivi una recensione