Categorie

Edoardo Cintolesi

Editore: Giuffrè
Anno edizione: 2005
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: XI-258 p.
  • EAN: 9788814121043

Oramai dal 1989 gli studiosi del diritto tributario, ma anche gli operatori dell'area amministrativa sono alle prese con quel genere di oneri promozionali che appartengono alla categoria delle spese di rappresentanza. Non tanto però per la loro acclarata ""inerenza"" al reddito d'impresa - seppure nella misura ridotta e diluita nel tempo - quanto piuttosto per l'incerta natura che, nella pratica aziendale, a volte presentano tali costi. È, infatti, ancora centrale la circostanza della esatta qualificazione di tali spese che si presentano nelle forme più disparate. Del resto la criticità è soprattutto con riferimento ai caratteri distintivi che la rappresentanza assume rispetto alla cosiddetta pubblicità e propaganda, per le quali il regime fiscale si connota appunto per la deducibilità in misura piena. Certo, nel tempo, Dottrina, Giurisprudenza e Prassi amministrativa delle Finanze hanno contribuito a meglio individuare la linea di demarcazione tra una tipologia di spese e l'altra. Ma i dubbi spesso si ripresentano, anche perché la fantasia dei pubblicitari e le decisioni imprenditoriali innestano sul mercato formule sempre più articolate per vendere meglio e di più i propri prodotti. Perciò, con questo lavoro, si è tentato di riordinare l'intera materia, rivisitando il contesto civilistico e fiscale di riferimento ed esaminando il concreto riflesso che tali costi hanno sul bilancio, sulla dichiarazione dei redditi e sulle clausole contrattuali da adottare nelle fattispecie negoziali maggiormente ricorrenti.