Categorie

Maurizio Magnani

Editore: Dedalo
Anno edizione: 2005
Pagine: 292 p. , Brossura
  • EAN: 9788822062796

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tiktaalik

    25/07/2015 12.18.13

    Il libro è di una decina d'anni fa,per cui non è numerato il 67°miracolo di Lourdes ( Magnani ne parla in un altro libro Lourdes-I dossier sconosciuti ),così come mancano certi aggiornamenti recenti sul telo della Sindone.Resta intatta ovviamente la validità della proposta di ragionamento scientifico per la trattazione di tali temi.Approfondito e interessante l'approccio statistico.In riferimento ai miracoli di Lourdes,la prevalenza di guarigioni inspiegate è in linea con la media di quelle che avvengono in luoghi laici,sono i miracoli riconosciuti dalla Chiesa ad essere inferiori alla media,segno dell'estrema soggettività dei giudizi.Non meno importante è il fatto del coinvolgimento emotivo di tanti medici delle varie commissioni,quasi tutti credenti.E sappiamo che il pensiero irrazionale fa talvolta breccia anche nei professionisti,come testimonia il caso Stamina.Sottolineo pure il rispetto dell'autore per la fede dei credenti,se egli alimenta dubbi dichiara di farlo solo per amore della verità.

  • User Icon

    angelo

    15/07/2015 18.59.25

    Ingredienti: una rassegna di fatti inspiegabili chiariti col lume della ragione, l'uso della curva gaussiana (con code positive e negative) o dell'effetto placebo per spiegare eventi prodigiosi, guarigioni straordinarie dovute più alla scienza che alla religione, tanti miracoli cristiani analizzati con precisione e serietà nei loro punti più deboli, oscuri e comici. Consigliato: a chi vuol capire cosa c'è dietro madonne che piangono o sangue che si scioglie, a chi vuol guarire in maniera non miracolosa dai virus della creduloneria.

  • User Icon

    Gaggino

    25/02/2010 15.13.27

    Giusto per completezza delle informazioni, esisteva già in europa nell'antichità una specie della famiglia dei fagioli. Cito da wikipedia "Il fagiolo (Phaseolus vulgaris L., 1758) è una pianta della famiglia delle leguminose originaria dell'America centrale. Fu importato, a seguito della scoperta delle Americhe, in Europa dove esistevano unicamente fagioli di specie appartenenti al genere Vigna, di origine subsahariana: i fagioli del genere Phaseolus si sono diffusi ovunque soppiantando il gruppo del mondo antico, in quanto si sono dimostrati più facili da coltivare e più redditizi (rispetto al Vigna la resa per ettaro è quasi doppia)." Quindi anche questo MIRACOLO è stato smascherato :D

  • User Icon

    Rocco

    09/12/2009 12.33.01

    Giusto una precisazione per franca: non tutti i fagioli sono post-colombiani. I fagioli dell'occhio, ad esempio, erano diffusi in Italia da diversi secoli prima.

  • User Icon

    mattia

    30/03/2008 14.11.37

    un libro dettagliato e ben scritto; direi necessario come ulteriore contributo a sostegno del tanto vituperato mondo scientifico, troppo spesso criticato dai molti che giocano con il divino inteso solo in forma utilitaristica. Non capisco il commento di Adriano nessuno e tantomeno Magnani sostiene che la scienza abbia tutte le risposte a tutti i fenomeni;non è vero che nel testo vengono presi in esame solo "miracoli" non ricosciuti nemmeno dalla chiesa ; lo scientismo come spiega bene Magnani nulla ha a che vedere con il suo approccio metodologico razionale ma con una visione dell'universo onnicomprensiva e mi sembra che questo sia abbastanza chiaro nel libro;insomma un commento quantomeno superficiale che non rende giustizia alla cautela e all'oggettività con cui l'autore tratta il tema che è delicato e degno di rispetto. Se una critica si può muovere al lavoro di Magnani è quella di trattare il tema con un linguaggio un pò troppo tecnico a scapito della scorrevolezza della lettura ; è anche vero però che da un saggio che argomenta in maniera rigorosa non ci si può aspettare il phatos di un romanzo. Comunque ripeto un buon lavoro , interessante ed esaustivo del tema, da avere nella propria libreria, credenti e non .

  • User Icon

    franca

    12/05/2007 11.45.17

    ben documentato,forse un po' troppo tecnico ,il libro ci toglie dubbi(per chi ne avesse) sulla civiltà dei miracoli.....peccato che a pag. 150 si attribuiscano ai Pitagorici le interdizioni,già risalenti agli Egizi,al consumo di fave e FAGIOLI!!!!!!fagioli importati dall'America svariati secoli più tardi:che sia anche questo un miracolo?

  • User Icon

    Katarina Jaramillova

    02/02/2006 19.28.28

    Cari amici, conosco di persona il signor Magnani, e posso confermare che questo libro e' stato scritto con un linguaggio e una visione assolutamente scientifici. Per chi voglia ancora credere, nel 21. secolo a "guarigioni miracolose" o a VERO falso sangue di San Gennaro, prego, ma per favore smetta anche di frequentare siti internet, di usare il telefonino, il computer, e cosi via.Non siate ridicoli! La scienza puo' vantare una precisione quasi assoluta, un rinnovarsi perenne e tutte le possibilita di questo mondo. La scienza e' e sara'il futuro, la religione il passsato. L'essere umano si va sempre evolvendo fisicamente, ma dove e' rimasta l'evoluzione della psiche? Perche' si crede ancora nei miracoli? Una visione razionale della realta' puo' aiutare a migliorare la nostra societa', a perdere usanze o tradizioni che l'Uomo si porta dietro dai tempi del buio Medioevo. Cari amici, d'accordo o no con il libro del sig. Magnani, vi invito a leggerlo, potreste cambiare idea, magari del tutto. Katarina

  • User Icon

    Adriano

    20/11/2005 07.44.58

    Forse sembrerà strano ai vari entusiasti fautori dello scientismo che hanno recensito il presente testo prima di me, ma trovo l'opera in oggetto così intrisa di pregiudizi e di "ingeniutà" epistemologica da essere quasi stomachevole. L'autore si dilunga su "miracoli" (come la periodica liquefazione del sangue di San Gennaro) che non sono riconosciuti tali nemmeno dalla Chiesa (e rifiutati da tantissimi credenti) e tace totalmente a riguardo di altri (come, ad esempio, il miracolo eucaristico di Lanciano) che a tutt'oggi non possiedono alcuna spiegazione scientifica (sul miracolo di Lanciano, ad esempio, hanno indacato in tempi recenti due commissioni scientifiche, di cui una sotto mandato ONU (!), che, in oguna delle due occasioni, hanno sottoposto la reliquia a più di 500 esami diversi, ottenendo risultati davvero imbarazzanti per Magnani ed i suoi compagni). Per l'autore, inoltre, risulterebbe addirittura che è statisticamente trenta volte più facile guarire da un tumore incurabile standosene a casa propria piuttosto che andando in pellegrinaggio a Lourdes. E la cosa dovrebbe già di per sé insospettire il lettore: semmai le percentuali delle guarigioni dovrebbero essere pari o, comunque, non così dissimili. Eppoi, Magnani si dimentica che una guarigione miracolosa da un cancro non ha nulla a che vedere con una remissione spontanea dello stesso, sia nei tempi che nelle modalità. In questo senso, dovrebbe essere assai indicativa la vicenda dello scettico medico, poi premio Nobel, A. Carrel, che fu testimone di una guarigione miracolosa proprio a Lourdes e che, in seguto, si convertì al Cristianesimo. Non tutto ciò che accade in questo nostro pazzo mondo è scientificamente spiegabile, almeno secondo i canoni della scienza odierna, nonostante l'affannarsi di Magnani nel tentare di dimostrare il contrario. Ma del resto, parafrasando Wittgenstein, anche qualora avessimo una spiegazione scientifica per tutto ciò che accade, non avremmo ancora nemmeno lambito i problemi che la vita ci pone

  • User Icon

    Alex

    29/09/2005 13.35.58

    “I miracoli? Se esistono sono un'immonda ingiustizia” è una frase che viene attribuita negli ambienti radicali a Luca Coscioni, costretto su una sedia a rotelle dalla sua malattia attualmente incurabile. Basta pensarci un attimo per capire l'assoluta verità insita in tale affermazione, ed è forse proprio per questo che la chiesa cattollica è da sempre titubante nell'appoggiare senza remore le guarigioni prodigiose che, sembra, vengono compiute dai suoi santi. Questo almeno avveniva fino a che Karol Woitla non si è seduto sulla poltrona di papa, ed ha “sanato” le schiere degli angeli compiendo più santificazioni e beatificazioni di tutti i suoi predecessori messi insieme. Chi propaganda storie miracolose, intasando negli ultimi tempi i mass media, dovrà, suo malgrado, confrontarsi ora con il preciso e documentatissimo lavoro di Maurizio Magnani, che smonta con la precisione di un bisturi centinaia di casi “miracolosi”. Un viaggio che parte dagli eventi “storici” (il “miracolo dei miracoli” sulla cui ricostruzione e documentazione Messori ha costruito buona parte della sua fama) e arriva fino ai nostri giorni fatti di "inspiegabili" statuine che piangono sangue, passando per la miracolosa acqua di Lourdes, per i miracoli del dio indiano Ganesh, e per i tanti prodigi incredibili (ovvero, non credibili) dei secoli passati. Una sana boccata d'aria razionale in tempi irrazionali.

  • User Icon

    Lallo

    06/07/2005 15.19.23

    Bisognerebbe farlo leggere a chi seglie di leggere i libri(?) di Socci e Vigorelli

  • User Icon

    Nicola Coffaro

    23/03/2005 15.00.54

    Finalmente! E' stata questa la mia esclamazione la prima volta che ho visto questo libro su questo sito. Mi sono precipitato a fare l'ordine e, ora che ho finito di leggerlo, mi ritengo estremamente soddisfatto. La lettura di questo libro é indispensabile per comprendere la vera natura di quei fenomeni che erroneamente vengono considerati miracolosi. Ho trovato particolarmente azzeccata la scelta di dedicare un capitolo alla metodologia scientifica per analizzare questi fenomeni. E' infatti fondamentale preliminarmente capire cosa debba intendersi per "miracolo"; il passo successivo consiste nel delineare l'approccio più appropriato per indagare questi fenomeni, e infine si affrontano i singoli casi. Ampio spazio è dedicato al sangue di s.Gennaro, alla Madonna di Civitavecchia e a Lourdes. Vengono trattati anche casi minori ma di sicuro interesse, come i telepredicatori americani. Nel complesso, è un libro ben documentato, scritto bene e con un approccio rigorosamente scientifico. Questo saggio rappresenta uno strumento indispensabile contro il dilagare di false credenze dettate da ignoranza o da mancanza di senso critico, e aiuta il lettore a interpretare correttamente fenomeni che solo apparentemente sembrano inesplicabili.

  • User Icon

    MARCO

    05/03/2005 10.38.24

    ottimo libro,spiega con chiarezza scientifica avvenimenti ritenuti "MIRACOLOSI".è raro trovare chi porta ragionamenti e contenuti in un paese come il nostro dove il muoversi e il pensare è spesso lasciato alle convenzioni ancorate alle emotività.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione