Spiritus templi - Paolo Negro - copertina

Spiritus templi

Paolo Negro

Scrivi una recensione
Editore: Arkadia
Collana: Eclypse
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 1 gennaio 2014
Pagine: 264 p.
  • EAN: 9788868510121
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 13,60

€ 16,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Francia, 1313. Il processo ai Templari langue nel braccio di ferro tra re e papato. Mentre ci si interroga sul destino dell’Ordine, i cavalieri scampati all’arresto, tra i quali circola un’antica profezia, cercano disperatamente di salvare non solo il proprio onore ma anche i loro tesori più preziosi: i tre portolani che indicano la rotta per la Costa di Dio. Custodi di questo sapere rivoluzionario sono le cattedrali gotiche – e tra esse Notre-Dame – che stanno sorgendo in tutta la Francia inghiottendo fiumi di denaro la cui origine è misteriosa. Quando Goffredo De Lor, prete trentacinquenne della Normandia, arriva a Parigi per dimenticare un passato burrascoso e mettersi in salvo da un pericolo che lo sovrasta, ancora non sa che diventerà una pedina importante sulla scacchiera di un gioco senza esclusione di colpi. Inizierà un lungo viaggio costellato di peripezie e avventure, lotte di potere tra opposte fazioni, omicidi e complotti. Sullo sfondo di un XIV secolo vivido e ricco di contrasti, Goffredo affronterà uno dopo l’altro tutti coloro che tenteranno di impedirgli di giungere alla verità. Una verità sottile e maledetta, dai contorni sfumati, al limite dell’eresia. Capace, con la sua forza dirompente, di cambiare per sempre il corso della storia.
5
di 5
Totale 4
5
4
4
0
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Sara

    24/06/2014 20:06:28

    Una lettura piacevole, mai banale, che ti prende per mano e, pagina dopo pagina, ti accompagna per i vicoli di una Parigi misteriosa, arcana e a tratti magica. Saggezza e gioventù si riflettono bene nelle figure di personaggi a cui non si può non affezionarsi, per le loro prodezze e le loro debolezze, per l'umanità che li contraddistingue. Ci sono frasi che, da sole, valgono il prezzo dell'intero libro. Bellissimo!

  • User Icon

    Massimo

    03/03/2014 23:26:41

    Ottimo seguito de L'ultimo templare nel quale si respira medioevo a pieni polmoni, dall'ambientazione, ai personaggi, alla decrizione di cibi e oggetti tipici dell'epoca, ai riti magico-esoterici descritti in più momenti del racconto. Anche alcuni elementi fisici spesso presenti, quali le piogge torrenziali e l'oscurità (delle strade nelle scene notturne, nelle cattedrali fiocamente illuminate da candele...), sembrano quasi richiamarsi a quella definizione spesso utilizzata di medioevo come periodo buio (a prescindere dal fatto che questa semplificazione ne sia realmente rappresentativa). Originale la scelta delle due coppie di personaggi che fanno vita comune: De Lor - Edmund e Da Monford - Lodovico, i cui dialoghi, con i frequenti battibecchi e incomprensioni così come le tante citazioni, sono fonte spesso di utili informazioni e permettono di capire meglio gli argomenti narrati. La teoria che si cela dietro il mistero che per tutto il racconto più persone cercano di svelare, è già stata ipotizzata e descritta in altre occasioni da scrittori e storici, ma l'autore riesce molto bene, nel proporla, a supportarla con passaggi logici e articolati, facendo in modo che un tassello per volta venga aggiunto dai vari personaggi che, per diversi motivi, ne sono interessati. Efficace e suggestiva la descrizione della costruzione di quell'opera immane che era una cattedrale (Notre Dame), la quale in buona parte del racconto fa da sfondo, ma ne è anche protagonista, rispetto alla trama e agli avvenimenti. Anche Chartres risulta fondamentale per la scoperta del segreto, e le cattedrali, anche nella loro posizione geografica a immagine della costellazione della Vergine, il porto di La Rochelle, la simbologia esoterica, sono tutti elementi che richiamano i Templari con la loro storia e i loro misteri, aggiungendo interesse a chi, come me, è appassionato dalle vicende che li hanno visti protagonisti. In conclusione davvero complimenti a Paolo Negro per questo bel romanzo storico.

  • User Icon

    m.teggiano

    13/02/2014 10:31:55

    Bel mix che rompe gli schemi sui templari e sulla loro storia. Un cocktail tra Brown e Follett, che fa immergere totalmente nel medioevo. Personaggi belli, trama che conduce ad un finale non solo inaspettato, ma che costrinege anche a riflettere e porsi qualche domanda. Bello. Avvincente. Da cinque stelle.

  • User Icon

    camillo

    13/02/2014 10:04:28

    Pescato tra le novità in libreria, mi ha sorpreso. Non sono mai stato particolarmente appassionato dei romanzi storici, eppure mi ha incollato alle pagine. Se non fosse stato per il tram che passava in strada, leggendolo continuavo ad avere la sensazione di essere immerso totalmente in pieno medioevo. Bello. E finale tutto da leggere e pensarci su.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Paolo Negro Cover

    Paolo Negro (Torino 1963), giornalista e scrittore, ha lavorato per i principali quotidiani italiani («La Stampa», «la Repubblica», «Il Giornale»). È stato responsabile mass media del Medals Plaza olimpico delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006 e quindi responsabile mass media della cerimonia di chiusura delle Paralimpiadi Invernali Torino 2006.Dal 2008 ha pubblicato numerosi romanzi: L’ultimo dei templari (Liberamente editore 2008), La Leggenda dei Templari (Liberamente editore 2009), Il segreto dell’arca (Liberamente editore 2010). Nel 2011 ha dato alle stampe Filmgate (Editori Riuniti), libro intervista al produttore cinematografico Silvio Sardi e, successivamente, il thriller storico Spiritus Templi (2014). Per Imprimatur... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali