Sport in TV. Storia e storie dalle origini a oggi - Massimo De Luca,Pino Frisoli - copertina
Salvato in 5 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Sport in TV. Storia e storie dalle origini a oggi
15,20 € 16,00 €
LIBRO
Dettagli Mostra info
Sport in TV. Storia e storie dalle origini a oggi 150 punti Effe Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 € Spedizione gratuita
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
15,20 € Spedizione gratuita
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Sport in TV. Storia e storie dalle origini a oggi - Massimo De Luca,Pino Frisoli - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Sport in TV. Storia e storie dalle origini a oggi Massimo De Luca,Pino Frisoli
€ 16,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Lo sport è per la Tv di vitale importanza, è il motore della tecnologia e dei consumi: non a caso l'introduzione sul mercato di qualsiasi innovazione, dalla diretta al colore, dai canali tematici alla pay-per-view, tuttora viene lanciata poco prima di eventi sportivi di grande rilevanza. In questo libro si dà una chiave di lettura dei meccanismi che hanno guidato fino ad oggi la concorrenza - alle volte spietata - in materia sportiva tra i canali privati e quelli di servizio pubblico, ma si racconta anche, con stile vivace e dovizia di particolari, gli eventi e le trasmissioni che hanno fatto la storia della televisione in Italia: dalla prima partita trasmessa in Tv, Juventus-Milan (5 febbraio 1950) alla prima diretta del Giro d'Italia (12 maggio 1953); dal primo Gran Premio di Formula Uno trasmesso (Monza, 13 settembre 1953) alla nascita di trasmissioni storiche come "La Domenica Sportiva" - il programma più longevo della nostra televisione -, passando per "90° minuto", "Eurogol", "Il processo del lunedì", "Mai dire gol"; i programmi sportivi delle Tv della Svizzera italiana, di Capodistria e di Montecarlo; e poi i primi eventi sportivi trasmessi da Canale 5; la nascita della Tv a pagamento e della pay-per-view. Gli autori ricostruiscono in modo capillare i grandi exploit dell'Italia: dalla finale di Coppa Davis Cile-Italia del 1976 alla finale Italia-Germania Ovest dei Mondiali di Spagna del 1982, da Nicolò Carosio alla Gialappa's Band.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
25 maggio 2010
190 p., Brossura
9788839715036

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(9)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
emanuele confalonieri
Recensioni: 5/5

Un libro del genere e' unico, eppure lo sport in tv e' sempre stato uno dei capisaldi degli italiani. Pino Frisoli ha il merito di far venire a galla aspetti che andavano persi, dettagli che in pochi sapevano, origini di programmi storici tuttora indimenticati, il tutto con una prosa scorrevole e una precisione che non annoia mai. Consigliatissimo.

Leggi di più Leggi di meno
Marco Jazzetta
Recensioni: 5/5

Seguo l'autore del libro, Pino Frisoli, dal suo primo scritto, La Tv per sport, pubblicato quasi dieci anni fa. Con lui condivido la passione per lo sport e per la storia della Televisione nel nostro Paese, e per questo posso apprezzare la precisione e la competenza con la quale tratta gli argomenti. Il libro è ricco di episodi interessanti, non solo per chi ha la mia età, e quindi può ricordarne già molti, ma anche per chi, più giovane, si accosta per la prima volta ai temi trattati. Per esempio, viene smentita definitivamente non solo la legenda metropolitana del "negraccio" attribuita a Carosio, ma anche quella sul primo episodio di moviola in TV. Insomma, un testo che non dovrebbe mancare nella vostra biblioteca, se siete appassionati di sport e, perché no, anche se non lo siete: per esempio troverete una dettagliatissima ricostruzione sul passaggio dal bianco e nero al colore. Buona lettura!

Leggi di più Leggi di meno
Gabriele Maestri
Recensioni: 5/5

Calcio e televisione sono un binomio inscindibile in Italia: ripercorrerne la storia (assieme a quella degli altri sport teletrasmessi) significa fare la storia degli italiani, che si sono avvicendati sui divani, nei bar e - di recente - davanti ai computer o ai cellulari per vedere e commentare quelle immagini. Questo libro unisce la competenza e la preparazione monumentale di Pino Frisoli, tra i massimi esperti di storia della Tv, e l'esperienza diretta da testimone e narratore di Massimo De Luca, successore di Roberto Bortoluzzi alla guida di "Tutto il calcio minuto per minuto" e - dopo una lunga parentesi a Mediaset - direttore di Rai Sport per alcuni anni. Il libro è ricco di personaggi: gli atleti in gara, i cronisti che li commentano, i dirigenti tv o i ministri che decidono cosa può andare in onda e come. Il calcio la fa da padrone, ma anche le altre discipline hanno il loro spazio. Tra i meriti del volume, l'avere fatto luce sui primi, pionieristici anni della tv in Italia (la prima partita di calcio teletrasmessa, Juventus-Milan, era del 5 febbraio 1950, quattro anni prima dell'inizio ufficiale delle trasmissioni Rai, ma i primi programmi sperimentali della Eiar risalgono addirittura al 1939) e il dare conto del rapporto tra mondo dello sport e televisione, considerata a lungo un fastidio dai dirigenti delle società e dagli imprenditori (che temevano di svuotare gli spalti o i luoghi di lavoro), fino all'esplosione delle tv private che allargarono l’offerta sportiva e resero i diritti televisivi un affare per molti. Citazione a parte merita la "riabilitazione" di Nicolò Carosio: il primo vero cronista sportivo radiotelevisivo non offese mai il guardalinee etiope della partita Italia-Israele ai quarti di finale dei mondiali del 1970, lo ha scoperto Frisoli cercando pazientemente nelle Teche Rai, smontando leggende metropolitane consolidatesi negli anni. Pure questa è una pagina di «una storia che meritava di essere raccontata», perché è la nostra.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore