Categorie

Sport in TV. Storia e storie dalle origini a oggi

Massimo De Luca,Pino Frisoli

Editore: RAI-ERI
Collana: Comunicazione
Anno edizione: 2010
Pagine: 190 p., Brossura
  • EAN: 9788839715036

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco Jazzetta

    04/02/2017 21.42.57

    Seguo l'autore del libro, Pino Frisoli, dal suo primo scritto, La Tv per sport, pubblicato quasi dieci anni fa. Con lui condivido la passione per lo sport e per la storia della Televisione nel nostro Paese, e per questo posso apprezzare la precisione e la competenza con la quale tratta gli argomenti. Il libro è ricco di episodi interessanti, non solo per chi ha la mia età, e quindi può ricordarne già molti, ma anche per chi, più giovane, si accosta per la prima volta ai temi trattati. Per esempio, viene smentita definitivamente non solo la legenda metropolitana del "negraccio" attribuita a Carosio, ma anche quella sul primo episodio di moviola in TV. Insomma, un testo che non dovrebbe mancare nella vostra biblioteca, se siete appassionati di sport e, perché no, anche se non lo siete: per esempio troverete una dettagliatissima ricostruzione sul passaggio dal bianco e nero al colore. Buona lettura!

  • User Icon

    Gabriele Maestri

    23/01/2017 08.45.58

    Calcio e televisione sono un binomio inscindibile in Italia: ripercorrerne la storia (assieme a quella degli altri sport teletrasmessi) significa fare la storia degli italiani, che si sono avvicendati sui divani, nei bar e - di recente - davanti ai computer o ai cellulari per vedere e commentare quelle immagini. Questo libro unisce la competenza e la preparazione monumentale di Pino Frisoli, tra i massimi esperti di storia della Tv, e l'esperienza diretta da testimone e narratore di Massimo De Luca, successore di Roberto Bortoluzzi alla guida di "Tutto il calcio minuto per minuto" e - dopo una lunga parentesi a Mediaset - direttore di Rai Sport per alcuni anni. Il libro è ricco di personaggi: gli atleti in gara, i cronisti che li commentano, i dirigenti tv o i ministri che decidono cosa può andare in onda e come. Il calcio la fa da padrone, ma anche le altre discipline hanno il loro spazio. Tra i meriti del volume, l'avere fatto luce sui primi, pionieristici anni della tv in Italia (la prima partita di calcio teletrasmessa, Juventus-Milan, era del 5 febbraio 1950, quattro anni prima dell'inizio ufficiale delle trasmissioni Rai, ma i primi programmi sperimentali della Eiar risalgono addirittura al 1939) e il dare conto del rapporto tra mondo dello sport e televisione, considerata a lungo un fastidio dai dirigenti delle società e dagli imprenditori (che temevano di svuotare gli spalti o i luoghi di lavoro), fino all'esplosione delle tv private che allargarono l’offerta sportiva e resero i diritti televisivi un affare per molti. Citazione a parte merita la "riabilitazione" di Nicolò Carosio: il primo vero cronista sportivo radiotelevisivo non offese mai il guardalinee etiope della partita Italia-Israele ai quarti di finale dei mondiali del 1970, lo ha scoperto Frisoli cercando pazientemente nelle Teche Rai, smontando leggende metropolitane consolidatesi negli anni. Pure questa è una pagina di «una storia che meritava di essere raccontata», perché è la nostra.

  • User Icon

    Teodoro Miniati

    21/01/2017 18.50.19

    questo libro è indispensabile per chi, come me, vuole ricordare e rivivere le emozioni della storia dello sport in tv dal dopo guerra ai giorni nostri.Leggendolo e rileggendolo ho rivissuto eventi sportivi che hanno segnato la mia adolescenza e questo libro, grazie Pino Frisoli e Massimo De Luca, spiega perfettamente l'evoluzione del linguaggio e del racconto degli eventi sportivi in tv. Rivivrete volti e pesrsonaggi della storia del giornalismo sportivo della Rai e non solo. Ricorderete te trasmissioni immortali dello sport in tv come La Domenica Sportiva, 90 minuto, e altre che non ci sono più come Domenica Sprint, Mercoledì Sport, eurogol, e tante altre e i volti che le hanno narrate, da Nando Martellini, a Nicolò Carosio, Paolo Rosi, Guido Oddo e tanti altri, gli esordi di 90 minuto condotto agli albori in tandem da Maurizio Barendson e Paolo Valenti e tanti altri che per brevità non posso elencare.Questo libro mi ha emozionato, mi fa rimpiangere gli anni nei quali le partite si giocavano tutte la domenica pomeriggio e si ascoltava tutto il calcio minuto per minuto nella speranza di fare 13 al totocalcio.Insomma una vera Bibbia che consiglio sinceramente di acquistare, non ve ne pentirete

  • User Icon

    Matte Pireddu

    21/01/2017 15.30.28

    Ottimo libro che racconta attraverso un'analisi dettagliata la storia dello sport in televisione, scorrevole nella lettura. Lo consiglio come idea regalo, visto che mi è piaciuto moltissimo.

  • User Icon

    Matteo Pireddu

    21/01/2017 15.29.49

    Ottimo libro che racconta attraverso un'analisi dettagliata la storia dello sport in televisione, scorrevole nella lettura. Lo consiglio come idea regalo, visto che mi è piaciuto moltissimo.

  • User Icon

    Antonio Mizzanu - Amicidellecorse

    21/01/2017 15.05.11

    L'opera degli autori Massimo de Luca, apprezzato giornalista della carta stampata e conduttore televisivo di rubriche sportive di successo quali "Pressing" per arrivare fino alla più recente e storica "La Domenica Sportiva" e Pino Frisoli, documentatore di Rai Sport e apprezzato telecronista dei campionati di calcio di serie A e B, grande storico della televisione (sua la recente opera "Rischiatutto" sulla storia della fortunata trasmissione del grande e compianto Mike Bongiorno) non deve assolutamente mancare nelle librerie degli appassionati di sport, e non solo. Si percorre la storia dello sport, quando gli eventi venivano raccontati sulla carta stampata per passare poi alla radio, alla televisione in bianco e nero e alla metà degli anni settanta alla televisione a colori. Un ottimo libro, uno di quelli da leggere e rileggere per capire le origini dello sport in televisione fino ai giorni nostri. Un opera che con dovizia di particolari e gustosi aneddoti snocciola oltre due lustri di storia perché il lettore possa farne tesoro

  • User Icon

    Matteo

    27/12/2016 17.04.42

    Un libro avvincente, pieno di curiosità ed informazioni esclusive, molto godibile, anche per chi non è propriamente appassionato di Sport. Consigliatissimo anche come regalo! Eccellente.

  • User Icon

    Maurizio Vezzali.

    22/11/2016 12.45.04

    L´instancabile Pino Frisoli passa con invidiabile disinvoltura da un argomento all´altro. Prima ancora di dare alle stampe la Bibbia di Rischiatutto con il poliedrico Eddy Anselmi, si era cimentato con lo Sport visto con la lente dello spettatore televisivo. Anche in questo caso un´anteprima scritta a quattro mani con il grande Massimo De Luca, direttore delle piu prestigiose testate sportive dell´etere ma anche erede del mitico Roberto Bortoluzzi nel programma radiofonico per antonomasia Tutto il calcio minuto per minuto. I due cronisti-cantori si cimentano nella ricerca e nella scoperta dei segreti piu´ reconditi dello sport in televisione con un´attenzione particolare per il giuoco del calcio di antica memoria. Cosi´viene finalmente sfatata la leggenda di Nicolo´ Carosio e del suo fantomatico epiteto razzista al guardalinee etiope in uno scialbo Italia Israele a Mexico 70. Si scopre inoltre l´ipocrisia italica che nego´la diretta un mercoledi´ pomeriggio del novembre del 1976 di una decisiva Italia Inghilterra. Ed il gol di Pablito Rossi in Aston Villa Juventus del marzo 1983 oscurato dalla pubblicita´ di Telemontecarlo? Queste e ben altre chicche vi aspettano in questa opera snella e nello stesso tempo divulgativa di De Luca e Frisoli. Nessun appassionato si sport e televisione puo´ negarsela nella sua personale biblioteca.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione