copertina

Una stanza tutta per sé

Virginia Woolf

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Alessio Forgione
Editore: Garzanti
Collana: I grandi libri
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: luglio 2020
Pagine: 160 p., Brossura
  • EAN: 9788811814214

€ 9,50

In uscita da: luglio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'immagine di una «stanza tutta per sé» riassume tutto ciò di cui si ha bisogno per scrivere: in altre parole, sicurezza, indipendenza, fiducia nelle proprie capacità e un certo benessere economico. Tutte cose di cui le donne per lunghissimo tempo non hanno goduto e di cui tutt'ora spesso non dispongono, o che comunque faticano a raggiungere. Questo saggio, basato su una conferenza tenuta da Virginia Woolf nell'ottobre 1928 al Girton College di Cambridge, è un vero e proprio manifesto della condizione femminile e un'esortazione rivolta a tutte le donne, di ieri e di oggi, a lottare per la propria libertà, a mettere a frutto il proprio potenziale, a diventare, in breve, ciò che nel loro intimo già sono.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Virginia Woolf Cover

    Nata il 25 gennaio 1882 e figlia di Leslie Stephen, celebre storiografo e critico, crebbe in un ambiente coltissimo, frequentato da artisti, letterati, storici e critici. Secondo le regole della buona società vittoriana, venne educata privatamente.Tramite il fratello Thoby, entrato a Cambridge nel 1899, strinse amicizia con i discepoli del filosofo G.E. Moore, gli «Apostoli» del Trinity College (tra essi B. Russell, G. Lytton Strachey, J.M. Keynes, L. Wittgenstein, E.M. Forster, D. Garnett, L. Woolf, C. Bell, R. Fry). Nel 1904 i fratelli Stephen si trasferirono nel quartiere di Bloomsbury, dove, intorno a Thoby (morto nel 1906), a Virginia e a sua sorella Vanessa, gli ex Apostoli di Cambridge formarono il gruppo che venne chiamato Bloomsbury set, destinato a dominare per... Approfondisci
Note legali