Lo stato delle cose. versione restaurata

Der Standt der Dinge

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Der Standt der Dinge
Regia: Wim Wenders
Paese: Germania; Portogallo; Stati Uniti
Anno: 1982
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 26 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 8,78 €)

Una troupe cinematografica gira in Portogallo un film di fantascienza. Le riprese vengono sospese a causa della mancanza di fondi. Il regista rintraccia il produttore a Los Angeles, dove vive nascosto perché braccato da alcuni gangster. L'incontro sarà fatale per entrambi.
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    francesco

    16/05/2020 02:47:43

    Bellissimo film di Wenders, consigliatissimo, nonostante gli anni

  • User Icon

    livio macciò

    13/05/2020 16:17:49

    Il film nel film vede una troupe in portogallo ferma per mancanza di pellicola (B/N) tutto resta sospeso nei fatti e nell'aria sottolineato da una musica foriera di morte la verità verrà a galla al termine di una delle sequenze più memorabili della storia del cinema leone d'oro a venezia 1982 de vedere assolutamente - un wenders d'epoca ancora d'oro

1982 - Mostra d'arte cinematografica di Venezia - Leone d'oro al miglior film

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Ripley's Home Video, 2016
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 120 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici; scene inedite in lingua originale; trailers
  • Wim Wenders Cover

    Propr. Ernst Wilhelm W. Regista tedesco. Vive gli anni decisivi della sua formazione artistica tra Parigi e Monaco realizzando alcuni cortometraggi (tra i quali il più interessante è Polizeifilm, Film sulla polizia, 1969) e dedicandosi anche alla critica cinematografica. Grande appassionato di musica rock e cultura americana, realizza nel 1970 Summer in the City (Estate in città), il suo primo lungometraggio, cui segue un anno dopo Prima del calcio di rigore, tratto da un romanzo di P. Handke, che segna con precisione le coordinate della sua poetica, fatta di sguardi sulla quotidianità e la sua non significazione, di personaggi che faticano a comunicare, di un cinema che tende a privilegiare l’evidenza visiva più che la sottolineatura verbale. Dopo la parentesi poco personale di La lettera... Approfondisci
Note legali