Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La statua di sale - Gore Vidal - copertina

La statua di sale

Gore Vidal

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Alessandra Osti
Editore: Fazi
Collana: Le strade
Anno edizione: 1998
In commercio dal: 1 gennaio 1998
Pagine: XX-212 p.
  • EAN: 9788881120901
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 9,00

Venduto e spedito da ilsalvalibro

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    alexa

    25/09/2012 13:59:57

    E' un libro secco, senza smerlettature, dritto al sodo. Consigliato.

  • User Icon

    Tommaso

    03/06/2009 19:20:56

    Bello davvero, ci si rispecchia facilmente nel progtagonista di questa storia..emozioni, brividi sulla schiena, insomma un tripudio di sconvolgimenti emotivi!! LEGGETELO!!!

Nel 1947 Gore Vidal era un giovane di ventidue anni, già apprezzato dalla critica per Williwaw, un romanzo sulla guerra. Lanciato sulle orme del nonno verso una brillante carriera politica, si trovò a un bivio. Aveva finito di scrivere The City and the Pillar (tradotto con La statua di sale per rispettare la citazione del passo di Lot dalla Genesi), un romanzo dichiaratamente omosessuale. è la storia di Jim Willard, figlio "normale" di una famiglia della media borghesia del sud: bello, atletico e schivo. E innamorato del suo migliore amico. Vidal scandalizzò l'America, suscitando reazioni isteriche. Il suo editore newyorchese, E.P. Dutton, lo odiò. Un vecchio editor gli disse: «Non sarai mai perdonato per questo. Tra vent'anni ti attaccheranno ancora». Il «New York Times» rifiutò di pubblicizzare il libro, nessun giornale americano lo recensì e «Life» (che l'anno prima aveva fotografato Vidal in uniforme accanto alla sua nave) lo accusò di aver fatto diventare omosessuale la più grande nazione del mondo. In poche settimane il libro fu un best seller. André Gide e Christopher Isherwood lo apprezzarono e Thomas Mann, nel suo diario, lo definì «un'opera nobile».Il romanzo racconta la ricerca ostinata di Bob, da parte di Jim, dopo un week-end d'amore sul fiume che segna il suo destino. Passano molti anni in cui Jim è come una statua di sale. Nessuno dei suoi amanti riesce ad avere il suo cuore: né Ronald shaw, corteggiatissimo divo di Hollywood, né Paul Sullivan, scrittore giramondo, né Maria, affascinante ereditiera dalla quale Jim è inutilmente attratto. Fino all'incontro finale con Bob, l'amore della sua giovinezza, che riserva un potente colpo di scena.

  • Gore Vidal Cover

    Nato nel cuore della vita politica statunitense, da bambino ha vissuto a lungo con il nonno Thomas Pryor Gore, senatore, che in seguito sarebbe stato un oppositore di Franklin Delano Roosevelt. Dopo aver militato nel Pacifico settentrionale come volontario durante la Seconda Guerra Mondiale, debuttò con Williwaw (1946), che raccontava esperienze belliche (come ben riassume presentandosi come personaggio in L’età dell’oro), cui fece seguito un’opera simile, In a yellow wood. La sua notorietà esplose però con The city and the pillar del 1948, intitolato successivamente nelle varie versioni italiane La città perversa, Jim e La statua di sale. La storia di Jim Willard, marchetta e maestro di tennis, ossessionato da un amore romantico e irraggiungibile,... Approfondisci
Note legali
Chiudi