Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Lo stivale zoppo. Una storia d'Italia irriverente dal fascismo a oggi - Roberto Gervaso - copertina

Lo stivale zoppo. Una storia d'Italia irriverente dal fascismo a oggi

Roberto Gervaso

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 7 ottobre 2014
Pagine: 336 p., Brossura
  • EAN: 9788804644149
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 10,00

Venduto e spedito da Lin Bookstore

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Mussolini non è morto nell'aprile del 1945. Il corpo esposto in piazzale Loreto non era il suo. Grazie a una fuga rocambolesca con scambio di persona, è riuscito a rifugiarsi in Svizzera sotto mentite spoglie. Lì ha ricominciato una seconda vita trovando lavoro come giornalista (la sua prima passione) per un piccolo quotidiano ticinese. Dopo i primi pungenti articoli, il direttore lo manderà inviato in Italia per una serie di reportage, che racconteranno il nostro paese dalla ricostruzione al '68, dal rapimento di Moro all'ascesa di Berlusconi, fino alle vicende del governo Letta e della condanna del Cavaliere. Con questo stratagemma narrativo, Roberto Gervaso compone una storia irriverente del nostro Paese, dal trattato di Versailles ai giorni nostri, e ci accompagna in una cavalcata lungo il secolo che ci ha resi quel che siamo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Lorenzo

    13/11/2013 14:59:02

    Il libro si divide in due parti, nella prima parte Gervaso racconta la storia del fascismo e in particolare del Duce. Nella seconda parte la figura di Mussolini passa molto in secondo piano e l'autore racconta l'Italia del dopo-guerra fino alle ultime elezioni. Non è un romanzo con protagonista un Mussolini ai tempi nostri, come dalla presentazione poteva sembrare, ma un "semplice" riassunto di 80 anni di storia d'Italia. Stile spiccio, tagliente, ironico, un po' di parte. Si legge quasi tutto d'un fiato.

  • Roberto Gervaso Cover

    Roberto Gervaso (Roma, 1937) ha studiato in Italia e negli Stati Uniti e si è laureato in Lettere moderne. Collabora a quotidiani e periodici, alla radio e alla televisione, e da decenni si dedica alla divulgazione storica. Con IndroMontanelli ha firmato sei volumi della Storia d’Italia: L’Italia dei secoli bui, 1965; L’Italia dei comuni, 1966; L’Italia dei secoli d’oro, 1967; L’Italia della Controriforma, 1968; L’Italia del Seicento, 1969; L’Italia del Settecento, 1970. Ha pubblicato: sette biografie, Cagliostro (1972), Casanova (1974), I Borgia (1976), Nerone (1978), Claretta (1982), La Monaca di Monza (1984) e La Bella Rosina (1991); un grande giallo storico, Scandalo a corte (1987); una storia della massoneria, I fratelli maledetti... Approfondisci
Note legali
Chiudi