Categorie
Traduttore: R. Zatti
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2017
Pagine: 350 p., Rilegato
  • EAN: 9788830446205
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,36

€ 16,90

Risparmi € 2,54 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 9,12

€ 16,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS


Solveing Berg ha conosciuto giorni migliori. Un tempo era un’esperta giornalista, scriveva per una testata importante e, il suo promettente talento, le prospettava una carriera tutta in salita e piena di successi. Fino a quando non è incappata nella storia sbagliata. E così ha perso tutto. Ma Solveing non è disposta a rinunciare a svolgere il suo lavoro di giornalista, anche se è stata licenziata, anche se ha sbagliato. Così decide di creare un proprio, personalissimo, Blog: “Stockholm Confidential”.

All’inizio, l’attività del Blog si limita a segnalare poche curiosità fino a quando la modella Jennifer Leone non viene trovata morta. Un apparente suicidio che però non convince Solveing che aveva conosciuto la vittima qualche ora prima che la giovane si uccidesse. La giovane giornalista inizia a indagare non solo per scoprire la verità ma anche per potersi riabilitare con uno scoop sensazionale.

Ma questa indagine, che condurrà Solveing negli ambienti più “in” di Stoccolma, si rivelerà una delle imprese più pericolose della sua vita.

"Lennie aumentò la velocità. Sbirciò la donna sul tapis roulant accanto. I capelli erano legati in una treccia che ondeggiava sulla schiena. Respiri corti, rapidi. Il corpo era perfetto. Poteva pensare di fotografarla un giorno qualsiasi. Al Balance, in Lastmakargatan, veniva ad allenarsi la gente di bell’aspetto, e lo staff ti chiama sempre per nome. Si terse la fronte con un asciugamano di spugna.

Doveva stare calmo. La festa di Jackob Adler. I pensieri gli svolazzavano per la testa. Jennifer e Carlos. Inspiegabilmente morti nel giro di una settimana. Un caso? Non voleva crederci." (Pag. 140)

La Svezia veste sempre di nero e lo fa con una grande eleganza e con maestria. Non sono ammattito, non sto scrivendo un articolo sulla moda, anche se in questo libro di moda se ne parla, ma mi riferisco, con questa espressione, alla grande abilità che hanno gli scrittori scandinavi di produrre thriller davvero eccezionali. Tolto qualche grande autore proveniente da altri paesi come l’America, la Germania o l’Italia che ancora sono in grado di scrivere delle storie davvero affascinanti, la penisola scandinava (con la Svezia in testa) si conferma come la terra del thriller d’eccellenza.

E, tenuto conto dei grandi autori che rappresentano questa “scuola” di scrittura (come Stieg Larsson, Camilla Lackberg, Jo Nesbo e molti altri) la giovane Hanna Lindberg, che esordisce proprio con Stockholm Confidential, ha dimostrato di essere all’altezza dei propri predecessori.

La penna della giovane Hanna Liendberg è davvero invidiabile. Il ritmo narrativo è deciso e gradevole, incalzante quanto basta da farti desiderare di voler continuare a leggere senza fermarti.

La storia, decisamente originale, mostra al lettore un’altra faccia della città di Stoccolma, diversa da quella a cui siamo abituati. Una Stoccolma che dietro le luci e la cultura, nasconde segreti e misteri, intrighi e sangue. Una città che è abitata da personaggi spietati, freddi come il ghiaccio nelle loro decisioni.

Chi ha ucciso Jennifer? Perché? Quale segreto custodiva di così terribile e fondamentale che non poteva essere assolutamente rivelato?

Queste sono solo alcune delle domande a cui il lettore dovrà rispondere mentre accompagnerà la bella Solveing nella sua caccia disperata alla verità.

Ottima la traduzione fatta da Renato Zatti che ha reso questo testo ancora più bello.

Decisamente consigliato.

Recensione di Gabriele Scandolaro.


L'acqua del Landfjärden era di un verde intenso in quella serata di tarda primavera. Il sole era alto nel cielo. C'era odore di alghe e sale. Avrebbe potuto essere bello, ma non lo era.

Cosa fa una giornalista capace, intraprendente e con un fiuto niente male quando cade in disgrazia? Nell’era del 2.0, apre un blog. Questo infatti è quello che fa la giovane e brillante Solveig Berg, promessa del giornalismo di Stoccolma incappata in un passo falso che le è costato lavoro e contatti. Ma la vita da blogger decisamente non paga, e Solveig, tra un turno al fast-food dove lavora e qualche bicchierino di troppo, è a caccia di un’occasione , una qualsiasi, per poter tornare a essere una vera giornalista d’assalto.

Stessa cosa vale per il fotografo di moda Lennie Lee, in lotta per tenere in vita la sua rivista scandalistica contro il calo degli inserzionisti e l’attacco sempre più prepotente di internet e dei suoi contenuti free. Fortuna che Lennie ha sviluppato un’attività parallela (anche fiscalmente, visto che fa tutto in nero) come organizzatore di eventi e casting di modelle per feste e serate.

Ed è a una delle serate organizzate da Lennie Lee che succede il fattaccio: la modella Jennifer Leone, una delle più importanti tra quelle nel giro di Lennie, viene trovata morta annegata. Questo è un caso da non farsi sfuggire, per Solveig; non solo perché a quella festa lei era presente in prima persona (e qualcosa di strano l’ha notato fin da subito), ma perché si tratta di una storia con tutti i requisiti per scriverci un vero e proprio scoop. In effetti, lo è anche per un thriller. L’autrice Hanna Lindberg, che è giornalista lei stessa, sfrutta tutto il potere delle tre S per tenere i suoi lettori incollati alla pagina: Sangue, Sesso e Soldi. C’è infatti una morte, quella di Jennifer Leone, rimasta avvolta nel mistero e nel sospetto, che si lascia dietro degli strascichi decisamente non trascurabili; ci sono relazioni poco chiare, come quella tra Lennie, Jennifer e la sua collega e migliore amica Elina Olsson, oppure quella di Solveig con il misterioso Kalju e il carismatico Dan Irén, famosissimo psicologo delle star; e infine ci sono i soldi, tanti soldi, quelli che Lennie spera di guadagnare dalla festa per Jakob Adler, criminale incallito reinventatosi imprenditore di successo.

Vite fatte di eccessi, fragilità, segreti, di lotta continua e all’ultimo sangue per un successo che sembra non bastare mai. La stessa società che ci hanno mostrato scrittori come Stieg Larsson, Hennig Mankell, Camilla Läckberg, Håkan Nesser. Ora è il turno di Hanna Lindberg di guidarci tra le acque non esattamente limpide del jet set di Stoccolma, acque che lei conosce molto bene, visto che come giornalista si occupa principalmente di costume. Voi avrete il coraggio di immergervi in questo mondo? Noi l’abbiamo fatto ed è stata un’esperienza davvero travolgente.

Recensione di Elena Malvica

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Charlie

    06/03/2017 14.41.24

    Mia moglie leggendo la trama mi aveva detto "non è un libro per te". Aveva ragione.

  • User Icon

    Ely

    05/03/2017 22.13.26

    Tutti parlano di questo libro e così mi sono incuriosita. Devo dire che la storia è carina e si legge con piacere. I temi trattati sono molto attuali, tra blog, Facebook e i soliti attaccati ai soldi ed al potere. La protagonista è Solveing, una ragazza che faceva la giornalista ma dopo un "problema" con un articolo è stata licenziata e si trova a servire in un fast food, ma il mondo della notizia e dell'inchiesta non lo ha abbandonato grazie al suo blog " Stockholm Confidential" che però fatica a decollare. Per avere più visualizzazioni Solveing capisce che deve fare un vero articolo d'assalto, e l'occasione le si presenta ad una festa dove grazie ai contatti che ancora ha riesce a trovarsi allo stesso tavolo con le modelle del momento ed il fotografo di moda e redattore di una rivista Lennie Lee. Solveing vorrebbe fare un'inchiesta sulle modelle degli ultimi anni, ma si trova tra le mani qualcosa di molto più grosso. Infatti una delle modelle presenti alla festa viene ritrovata morta, e giorni dopo scompare anche il redattore della rivista di Lennie. La blogger cerca di indagare, ovviamente tra un turno al ristorante e l'altro, ma tutti sembrano avere la bocca cucita sull'argomento. Solo la modella Elina sembra volerle dire qualcosa, ma anche lei scompare. Ora Solveing sa che c'è davvero qualcosa che non va, e tutte le prove sembrano essere contro Lennie e la fidanzata Marika. Cerca di avvicinarsi di più a loro, ma nel farlo viene notata anche da Jakob Adler, che la vuole alla sua festa di compleanno che Lennie sta organizzando. Jakob Adler è un "ex" della malavita organizzata pieno di soldi e di potere che dice di avere messo la testa a posto e di fare l'imprenditore, ma nessuno sa di più sul suo conto, solo che è intoccabile. Lennie non può sottrarsi alla sua richiesta di organizzare l'evento del secolo per il suo compleanno, soprattutto perché gli ha promesso un sacco di soldi. ..

  • User Icon

    Talisie

    04/03/2017 07.12.32

    Thriller di poco spessore, si distanzia molti dai grandi classici scandinavi. I personaggi sono definiti in maniera approssimativa, la vicenda si accavalla disordinatamente (va bene la suspense, ma permettete al lettore che non si legge il libro tutto d'un fiato di ritrovarsi quando riprende il libro in mano) e il finale aperto minaccia un seguito. Insomma, la materia c'era, ma lo svolgimento rimane superficiale e acquoso.

  • User Icon

    Journey

    21/02/2017 09.09.36

    Niente di particolare: buona ambientazione, discreti personaggi ma libro che non incide e intriga il giusto anzi, a tratti è veramente noioso. Come romanzo d'esordio l'autrice non ha di certo colpito nel segno.

  • User Icon

    Pupottina

    24/01/2017 15.33.14

    Efferato e coinvolgente, ma soprattutto sexy e glamour. Ecco com'è il mondo della moda, raccontato da Hanna Lindberg in Stockholm Confidential.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione