Categorie

Manlio Brusatin

Editore: Einaudi
Anno edizione: 1999
Pagine: 120 p. , ill.
  • EAN: 9788806153441

"Il colore è la forma delle cose, il linguaggio della luce e delle tenebre" (Hofmannsthal), ma soprattutto un discorso prevedibile e semplice e cosí distintamente complicato, aggiunge Brusatin che, in questa breve Storia dei colori ci dà una brillante esposizione, ricca di divagazioni, attenta agli apporti della fisica, e al ruolo essenziale svolto nei secoli dalla pittura.
Un libro utile a chi voglia approfondire un tema di fascino: l'universo dei colori. In una trattazione ricca di divagazioni, attenta agli apporti di una scienza - la fisica - al ruolo essenziale svolto nei secoli dalla pittura nell'elaborazione della teoria del colore, Brusatin ci dà una brillante esposizione che, muovendo dal XVI secolo, passa per Newton, Goethe e approda infine a Klee, Wittgenstein e alle piú recenti speculazioni. In questo saggio si troverà inoltre quanto appartiene all'aspetto materiale dei colori: il modo della loro fabbricazione, del loro uso e della loro fortuna attraverso i secoli, fino alla svolta dell'età industriale. Dalle tinte naturali soggette allo scolorire del tempo e al loro fantasma purpureo si giunge cosí alla storia delle tinte chimiche tenaci, violente ed essenziali come veleni.

Premessa alla nuova edizione. Introduzione. I. Senso e corpo dei colori. II. Il colore come figura e destino. III. Colori e forma. IV. Disegno, colore, pittura. V. Il colore e il suo ordine. VI. I colori azioni e passioni. VII. Il colore del colore. VIII. Colore e colore. Bibliografia.