Storia dell'Africa. Un continente fra antropologia, narrazione e memoria - Francesca Giusti,Vincenzo Sommella - copertina

Storia dell'Africa. Un continente fra antropologia, narrazione e memoria

Francesca Giusti,Vincenzo Sommella

Scrivi una recensione
Editore: Donzelli
Collana: Virgola
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 24 novembre 2007
Pagine: XII-241 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788860361035
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,02

€ 16,50
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO

€ 8,91

€ 16,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'Africa è il continente più antico, quello in cui ha avuto origine la vita dell'uomo. Eppure, la storia di questo complesso e contraddittorio pezzo di mondo è argomento troppo spesso trascurato. Questo agile volume propone una visione globale dell'Africa dalle origini al mondo contemporaneo. Dalla genesi evolutiva di Homo sapiens alle prime correnti migratorie, gli autori raccontano con estrema chiarezza la storia più antica del continente africano. Lo sguardo si sposta poi sui sistemi economici precoloniali, da quelli basati sulla caccia e la raccolta a quelli agricolo-pastorali, descritti a partire dalle più recenti acquisizioni degli studi etno-antropologici. Nella seconda parte il volume ripercorre l'ampia pagina coloniale, affrontando il problema dello spopolamento conseguente allo schiavismo e alla spartizione delle terre. Gli autori mostrano come l'assenza di ogni forma di legittimazione storica dei nascenti Stati sia una delle cause dirompenti delle varie crisi africane dei decenni a seguire. Il volume si conclude con l'analisi dei fenomeni che investono il continente oggi: migrazioni, malattie endemiche, urbanizzazione caotica. L'Africa non è in questa lettura sinonimo di miseria e arretratezza: le sue vicende inducono piuttosto a mettere in discussione l'idea stessa di progresso considerato come il prodotto di un percorso unilineare il cui modello paradigmatico è la storia dell'Occidente.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Federico

    02/06/2007 14:41:50

    Un libro meritevole e utile, con moltissime informazioni su un argomento di cui non si parla e non si sa nulla: almeno alla prossima guerra in Africa potrò conoscerne il retroterra. Il tutto però è rovinato dalla scarsità di cartine (e le poche presenti sono poverissime, ben poco utili a rendere piú chiara la selva di nomi e fatti) e da una quantità incredibili di refusi che rendono spesso difficoltosa la lettura, assieme a un uso dei tempi verbali (specialmente del presente storico) davvero caotico e confusionario. Inoltre, una volta conclusa la lettura è piuttosto sconfortante vedere che per gli autori non c'è nessuna possibilità di far uscire l'Africa dal caos, dal momento che degli Stati veri e propri sarebbero impossibili e il ritorno al passato improponibile. L'intero libro si riduce così a un catalogo di nomi e fatti da cui non emerge nulla di costruttivo. Non è certo poco, però: da qui il mio voto.

Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali