Storia della moda XVIII-XX secolo

Enrica Morini

Editore: Skira
Collana: Moda e costume
Edizione: 2
Anno edizione: 2000
In commercio dal: 1 maggio 2002
Pagine: 400 p., ill.
  • EAN: 9788881187317
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 25,50

€ 30,00

Risparmi € 4,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

26 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gaia

    30/01/2006 18:43:45

    Un libro veramente bellissimo, esaustivo, semplice ma approfondito allo stesso tempo. Si percorre la storia della moda dal XVIII secolo fino ai giorni nostri ed Enrica Morini ci accompagna in questa lettura con una prosa delicata, piacevole e precisa. Uno dei migliori libri sull'argomento presenti sul mercato. Indispensabile per tutti gli appassionati di moda!

Scrivi una recensione

Come è nata e come si è sviluppata la moda contemporanea, quel fenomeno che tanta parte occupa nella società moderna? Quali sono le sue origini, i suoi fondatori, i suoi modelli, le sue clienti? Qual è stata e qual è la sua funzione? Che rapporto c'è fra la moda e la vita sociale e culturale di un'epoca? Che cosa vuol dire "creare" moda?
Un agile manuale, dal linguaggio semplice e accessibile a tutti, dedicato ai personaggi che hanno fatto la storia della moda dal Settecento a oggi.
Il volume si apre con una dettagliata introduzione storica che ripercorre l'evoluzione della moda da aristocratica a borghese. Fino a tutto l'Antico Regime, infatti, l'invenzione e l'adozione delle mode erano appannaggio esclusivo delle corti e delle gerarchie aristocratiche; solo a partire dal Settecento, la borghesia in crescente ascesa impone una propria cultura e una propria moda, non più ricalcata su modello aristocratico, ma corrispondente al proprio ideale e stile di vita.
Attraverso un preciso e costante confronto con le trasformazioni sociali e culturali, viene ripercorsa l'evoluzione dello stile e del gusto nelle età rivoluzionaria, neoclassica e imperiale, per giungere fino alla definitiva affermazione della moda borghese e alla nascita, nella seconda metà dell'Ottocento, dell'Haute Couture e della figura del couturier, il vero professionista della moda. Charles Frederick Worth apre la strada ai grandi creatori di moda del nostro secolo, da Paul Poiret a Coco Chanel, da Madeleine Vionnet a Elsa Schiaparelli, da Christian Dior all'epoca d'oro del prêt-à-porter e degli stilisti internazionali, che hanno segnato con i loro modelli i mutamenti e i modi di rappresentazione della nostra società.