Categorie

Editore: Dedalo
Anno edizione: 1996
Tipo: Libro universitario
Pagine: 2 voll., , ill.
  • EAN: 9788822059116

Jean-Charles Sournia, Storia della medicina
Quando è nata la medicina? Nel momento in cui l'uomo ha incominciato a esercitare un'azione sui suoi simili per alleviarli da un dolore o guarirli da un male? O con la messa a punto di una medicina razionale, ovvero a partire dal XIX secolo? In questa Storia della medicina, Jean-Charles Sournia dimostra che l'arte della medicina, che pure da due secoli a questa parte ha beneficiato di immensi e stupefacenti progressi scientifici, conserva una parte dell'irrazionalità dei suoi albori e dei riti magici che ne hanno caratterizzato i primi secoli. L'uomo contemporaneo ha fiducia nell'alta tecnologia ospedaliera, ma continua a credere nelle guarigioni miracolose, e le «medicine parallele» sono ancor oggi fiorenti. La storia della medicina è dunque complessa, e non può che essere analizzata su tre piani: sul lungo periodo; in rapporto ai diversi contesti storici, culturali, sociali e politici; e senza mai dimenticare gli uomini che l'hanno forgiata, da Ippocrate e Galeno a Pasteur, da Imhotep a Pincus e Barnard.
Jacques Le Goff, Jean-Charles Sournia (a cura di), Per una storia delle malattie
Compagna instancabile dell'uomo, la malattia non appartiene soltanto alla storia del progresso scientifico e tecnologico, ma a quella, più profonda e complessa, dei saperi e delle pratiche legate alle strutture sociali, alle istituzioni, all'immaginario individuale e collettivo; una storia drammatica che, attraverso i guaritori e i maghi di Babilonia, le lezioni di Ippocrate, la medicina, araba del Medioevo, Pasteur e la medicina scientifica, ricostruisce l'indissolubile intreccio fra l'orrore per i sintomi del male (peste, lebbra, tifo, vaiolo, tubercolosi, cancro, Aids...) e l'angoscia di un irrisolto senso di colpa dell'umanità.