Storia (parecchio alternativa) della letteratura italiana: dalle sbornie di Dante alle amanti di Foscolo, dalla sorella di Pascoli alla costola di D'Annunzio

Antonella Landi

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2008
Pagine: 268 p., Brossura
  • EAN: 9788804578604
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    renato mazzoleni

    20/05/2014 17:21:49

    Libro noioso e banale, scritto in modo "falso-giovanile", inutilmente volgare.Buona l'idea...ma l'attuazione é un vero flop. Soldi sprecati...e non l'ho terminato, in quanto il tempo perso non si recupera...per i soldi...vabbé...

  • User Icon

    Lorenzo

    14/11/2012 17:27:41

    Divertentissimo libro, lo consiglio a tutti meno che ad intellettuali elitari

  • User Icon

    Giancarlo

    03/07/2012 17:24:53

    Il libro si basa su una teoria: per interessare i giovani bisogna essere volgari, sciatti, grossolani, generici, fornire qualche luogo comune (non importa se giusto o sbagliato, se inventato o anche solo plausibile), andare per definizione contro un'Autorità, qualunque essa sia, la Scuola, la Storia, la Verità, la Chiesa, la Letteratura, la Politica, non importa: basta dissacrare, irridere e disseminare il tutto di abbondanti parolacce, oscenità e situazioni piccanti. Allora sì che gli studenti si interesseranno e appassioneranno alla lettura e alla letteratura! Resta la domanda: se non si è capaci di insegnare il Bello e il Buon Gusto(per di più se lo si fa di mestiere) e a farli scoprire in secoli di letteratura italiana e straniera, è proprio necessario scriverci sopra un libro? Se non si riesce a essere divertenti e non noiosi senza essere volgari e di cattivo gusto si potrebbe almeno imparare da chi c'è riuscito, uno fra tutti il compianto Giampaolo Dossena, con il suo "Dante" o la sua "Storia confidenziale della letteratura italiana". Ma qui siamo ad anni luce.

  • User Icon

    checco

    01/05/2010 22:14:22

    Dopo la Profe la Landi stupisce ancora con la sua fresca sintassi e la sua simpatia da toscanaccia! Alla faccia di chi la critica e l'addita come superficiale..si merita il massimo perchè lei sì che avvicina alla letteratura i ragazzi. Gli spoloqui ad un uditorio passivo da parte di professori di letteratura non sanno raggiungere il cuore degli adolescenti.

  • User Icon

    lorenzo

    05/02/2010 21:15:26

    Letto in tre giorni! Fate voi

  • User Icon

    giovanni

    19/01/2009 21:28:52

    Ecco una storia della letteratura italiana scritta con un taglio particolare, godibilissimo, discorsivo, semplice e divertente, senza inutili appesantimenti. Un'antologia con l'intento intelligente di avvicinare il lettore alla nostra letteratura, senza però annoiarlo. Un utile strumento di ausilio per chi volesse, magari, approfondire in seguito la materia.

  • User Icon

    Davide

    11/12/2008 13:27:38

    Questo libro me lo sono goduto molto più rispetto al primo della stessa autrice! Finalmente si parla di letteratura e letterati senza tirarsi delle menate pazzesche, anzi, in maniera leggera e divertita. Qualcuno potrà trovare blasfemo trattare così gli autori fondamentali della letteratura italiana, ma io l'ho trovata un'idea intelligente e - perché no? - interessante come affiancamento al materiale didattico "standard". Se ripenso alle superiori, quando il prof. di italiano spiegava gli autori italiani decontestualizzandoli dal periodo storico, limitandosi a trascinare una dopo l'altra le date "importanti" del personaggio in analisi. mi viene ancora il latte alle ginocchia... brrr... Nel libro, invece, i continui rimandi al periodo storico, al territorio, ecc. creano un'atmosfera particolare, nella quale vedere l'autore come uomo e non come semplice figura astratta (cosa che - duppongo - era nelle intenzioni della Landi). La storia alternativa al materiale didattico propinato dalla maggior parte dei professori di italiano, per esempio. Alternativa a un modo muffoso di vedere i nostri letterati più famosi. E comunque il libro in sé è divertente e arguto! Guardando i commenti, sono dalla parte opposta dello spettro (anche se il prezzo lo trovo eccessivo pure io! :P) : non mi sembra di riscontrare errori nella ricostruzione storica degli episodi, né mi pare di leggere lo scritto in chiave "di sinistra". E poi, sempre 'sti paragoni: la Mastracola non l'ho mai letta e Mazzocchini - che suppongo essere un lui - non so neanche chi sia (google mi indica un autore di libri), ma non mi sembra di aver perso nulla leggendo la Landi. Sicuramente ci sono libri più importanti, fondamentali, ma i miei gusti non sono certo influenzati dalle correnti letterarie in voga al momento. Se no dovrei leggere Moccia, per dire... brrr...

  • User Icon

    Marcella

    10/12/2008 18:36:14

    Trovo che questo secondo libro di Antonella Landi sia molto divertente; trovo che la Profe scriva in maniera superba e soprattutto non credo che l'Autrice voglia che questo libro sia adottato come libro di letteratura ufficiale nelle scuole. Per quanto, dopo aver dato un'occhiata ai libri utilizzati nella scuole elementare e media, probabilmente non sarebbe una cattiva idea... ;)

  • User Icon

    lucia

    10/12/2008 15:59:35

    Ragazzi.. ma stiamo scherzando? E' bellissimo... Io questo lo regalo per Natale a mio fratello che fa l'ITIS e che non sopporta la letteratura.

  • User Icon

    Paolo

    10/12/2008 15:54:25

    Ho visto tante critiche per questo libro che invece io ho trovato molto divertente e ricco di spunti. Ed è stato un vero piacere ripercorrere la storia della letteratura italiana dopo tanti anni. Non credevo che potesse piacermi ancora così. Quindi grazie di cuore all'autrice.

  • User Icon

    lorenzo

    10/12/2008 13:36:24

    lo consiglio vivamente come regalo di Natale, divertente e per tutti.

  • User Icon

    alessandro

    21/11/2008 17:56:11

    Speravo in una lettura divertente e istruttiva... Niente di tutto ciò!!! Una specie di prof moderna (molto ideologizzata e poco informata sulla storia come tutti i professori politicizzati, soprattutto a sinistra) che invece di diffondere cultura, invita al turpiloquio e alla stupidità. Sconsigliabile

  • User Icon

    marco d'aviano

    02/10/2008 15:08:40

    La ricetta è semplice: si prendono gli aneddoti piccanti sugli scrittori italiani, si butta via tutto il resto, si gonfiano a volontà gli aneddoti scelti ed ecco pronta la storia "parecchio alternativa" della letteratura italiana. Così si può sapere degli scrittori quello che di solito si trova a proposito di attricette, calciatori e ballerine sui rotocalchi pettegoli e nella TV spazzatura. Dunque, storia della letteratura alternativa a che? Sicuramente all'intelligenza.

  • User Icon

    Angelo

    17/09/2008 17:20:32

    Libro leggero e divertente, si legge in un soffio ma non lascia nessuna traccia di sè. Mi aspettavo un po' di più, anche perchè il prezzo è decisamente elevato. Lo sconsiglio vivamente, acquistatelo magari quando uscirà in edizione da un euro, non vale un centesimo in più.

  • User Icon

    Silvia

    14/07/2008 17:16:32

    Ho comprato questo libro per curiosità, da neolaureata in lettere che vorrebbe diventare insegnante. L'ho letto in un paio di giorni e l'ho trovato molto piacevole: ho ripassato in un attimo la letteratura italiana, ho sorriso e ho rivalutato alcuni autori che al liceo avevo un po' snobbato... Lo consiglio a chi ha la passione per la nostra letteratura e ha voglia di "guardarla" da un altro punto di vista. Mi sarebbe piaciuto un sacco avere una professoressa come Antonella Landi (il glossario sulle figure retoriche è fortissimo!).

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione