€ 11,50

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    virginia murru

    16/06/2009 22:33:33

    BAUDELAIRE - ANGELO O DEMONE? Mentre si leggono i versi di Baudelaire, si prova un senso sottile di vertigine che scivola silente e sinuoso nella sua poesia talora rude, aspra, ma superba. Poi, mentre lo sguardo scorre fra le righe, si avverte un leggero fremito di esaltazione, e sembra che le parole seguano una mistica acquiescenza, si compongano in immagini; momenti per instillare, trasfondere nel proprio animo, sensazioni che oscillano fra il lugubre e il sublime. Egli, attraverso una misteriosa malia, conduce nella sua dimensione interiore; da maestro qual è, sa tessere un filo tenace di contatti con chi si avventura nel suo intimo turbinoso, antro in cui convive, in una commistione d’istinti, la vita con le sue seduzioni e il suo lirismo, e note oscure palpitanti di morte… Non si ha il tempo per sommari rendiconti, né tanto meno per introdursi nella logica di una ‘ratio’ che riporti in superficie. Se si vuol proseguire ‘il viaggio’, prima o poi si dovrà cedere all’arresa, perché egli in realtà porta oltre i confini del tempo e dello spazio, convoca lo spirito di chi si lascia travolgere, e più in là sarà il suo inconscio a guidare in un visibilio d’immagini convulse, a scaraventare l’attenzione in una visione di spettri erranti, in cui aleggia un incombente, funereo rituale. Infine, attoniti, si potrà ritrovare la leggerezza di un nuovo stato, dopo essere ascesi in un vortice di angosce, pervasi dalla delizia dei canti all’amore, descritto attraverso volti di donne - non importa l’età - il tempo per lui è un elemento sovversivo e inconsistente nelle leggi che governano l’Universo. Si ha l’impressione di prendere in mano quei versi, come fossero un’informe sostanza fluida, e sentirli impalpabili, a volte un drappo nero vellutato e lugubre, a volte la delicatezza di petali di rosa che lasciano una tenue fragranza nel pensiero che vi si adagia… E’ tutto un imperversare di incubi e sogni; la razionalità vi s’insinua come una comparsa, non da autentica protagonista...

Scrivi una recensione