Categorie

Gianni Rodari

Editore: Einaudi Ragazzi
Anno edizione: 2010
Pagine: 687 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788879268745
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bookman 101

    25/02/2013 18.18.12

    Un libro che racchiude emozioni profondissime e sentite.Un'altra eccellente prova del solito eterno Gianni Rodari che indirizza le proprie storie non solo ai più piccoli,ma anche agli adulti che amano in particolar modo la lettura.Lo consiglierei e lo regalerei a chiunque mi chiedesse di voler leggere "una bella storia" con bambini gatti disegnati,immancabili bugiardoni e strampalate persone dal cuore buono che ci fanno riflettere un pò di più su tutte le nostre calunnie e le nostre ideologie e pregiudizi sbagliati,il cancellamento irreversibile e immancabile dei luoghi comuni,le persone,le storie la vita.Non un libro poi così "fantastico" come si potrebbe ovviamente pensare leggendo il titolo,ma un libro sensato,intelligente,spiccato,senza ridicolizzazioni e sempre aperto a tutti i lettori e a tutte le persone che la mattina aprono gli occhi e vogliono trovarsi e sentirsi più vicini e più sensibilizzati verso il pensiero comune,il pensiero buono,il pensiero e l'idea più vicina alla nostra realtà e al nostro bellissimo mondo,di cui ci dimentichiamo troppo spesso,troppe volte.C'è poi da divertirsi con le fantastiche e meravigliose avventure del mitico "Cipollino" che sa sempre,e fin troppo bene,come finire nei guai e farci finire sempre anche qulcun'altro.Questo è un libro definitivo,per chi volesse leggere e venire a conoscenza dell'antologia del grandissimo Gianni Rodari,che non smette mai di far sognare i suoi lettori.Il classico ottimo libro per gli amanti di Gianni Rodari,che vorrebbero leggere una volta per tutte il più grande riassunto un pò di tutte le opere di questo grandissimo scrittore, pedagogista e giornalista italiano che sarà ricordato nella storia di tutte le letterature come "lo scrittore dei bambini e degli adulti".Come dice il suo maestro Nazareno Ferrari: «Era un maestrino con barbetta bionda e occhiali. Zoppicava.>>

Scrivi una recensione