La strada buia di Sidney Salkow,Marino Girolami - DVD

La strada buia

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1949
Supporto: DVD
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 6,49

€ 9,99
(-35%)

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 8,90 €)

Raoul Clement è un ricco industriale che è stato vittima di un incidente: durante una notte di tempesta la sua auto è precipitata in un lago. L'uomo aveva stipulato un'assicurazione sulla vita per una grande somma, che adesso spetta alla vedova, Barbara. Ma l'agente dell'assicurazione ha dei sospetti e raccoglie notizie sulla vita precedente di Barbara e Raoul, scoprendo che Barbara, molto più giovane del marito, ha un amante che potrebbe averla aiutata a compiere un meditato delitto.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cristaldi Film, 2014
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 78 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Marino Girolami Cover

    Regista italiano. Capostipite di una dinastia di gente di cinema, muove i primi passi nell’ambiente negli anni ’40, collaborando a diversi film (per es. Campo de’ Fiori, 1943, M. Bonnard). Dal 1951 (anno dell’esordio alla regia con Milano miliardaria) fino al 1982 (anno dell’ultimo film: Giggi il bullo) realizza più di settanta pellicole, in massima parte commedie, spesso costruite attorno a comici e personalità dell’avanspettacolo e della televisione (Il mio amico Jekyll, 1960, con la coppia Tognazzi-Vianello), quando non dirette a parodiare successi cinematografici (Walter e i suoi cugini, 1961). A partire dagli anni ’70 non mancano incursioni nel poliziottesco (Roma violenta, 1976) e nell’horror (Zombie Holocaust, 1979). Approfondisci
  • Marino Girolami Cover

    Regista italiano. Capostipite di una dinastia di gente di cinema, muove i primi passi nell’ambiente negli anni ’40, collaborando a diversi film (per es. Campo de’ Fiori, 1943, M. Bonnard). Dal 1951 (anno dell’esordio alla regia con Milano miliardaria) fino al 1982 (anno dell’ultimo film: Giggi il bullo) realizza più di settanta pellicole, in massima parte commedie, spesso costruite attorno a comici e personalità dell’avanspettacolo e della televisione (Il mio amico Jekyll, 1960, con la coppia Tognazzi-Vianello), quando non dirette a parodiare successi cinematografici (Walter e i suoi cugini, 1961). A partire dagli anni ’70 non mancano incursioni nel poliziottesco (Roma violenta, 1976) e nell’horror (Zombie Holocaust, 1979). Approfondisci
Note legali