La strada è di tutti. On the road, sulle piste di Jack Kerouac

Cesare Fiumi

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 232 p.
  • EAN: 9788807815942
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 3,62

€ 3,62

€ 6,71

4 punti Premium

€ 5,70

€ 6,71

Risparmi € 1,01 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    05/07/2013 22:50:49

    Bellissimo volumetto, che per fortuna vedo ora finalmente ristampato. Chi cerca azione (mi riferisco a commenti precedenti) può senz'altro prendersi qualcosa di Andy McNab, quanto a questo: sincero e sentito come pochi nel suo ripercorrere quarant'anni dopo le piste battute da Kerouac, nostalgico ma non stucchevole, ricco di continue citazioni. Può far scoprire (o riscoprire) numerosi altri libri, è zeppo di rimandi. Un grazie a Cesare Fiumi.

  • User Icon

    Ottavio76

    08/11/2006 23:07:05

    Un libro che alla fine risulta piuttosto noioso. Un tributo che andava versato al povero Jack Kerouac. Putroppo Fiume Cesare, ha partorito qualcosa che non definirei per "nostalgici", ma per veri maniaci. Troppe (quasi una per pagina) citazioni ai testi di Kerouac, non solo "On the road" ma anche altre sue opere. Inoltre, così come per l' "On the road " del "maestro", anche in questa di Fiume Cesare l'interazione con altri personaggi è pressochè assente. Però è trovo giusto e doveroso che x i 40 anni di On the road, qualcuno si sia preso la briga di fare un paragone tra quello che è stato allora e quello che siamo oggi. Resta in comune il mito per la vita on the road, prendere, partire, andare, vivere tutto intensamente. Uno stile di vita che per migliaia di giovani, di tutti i decenni della seconda metà del 900, è diventato un mito. Per me, il libro vale il prezzo di copertina. Non sarà un capolavoro di azione, ma è cmq un qualcosa che gli appassionati del genere vogliono ed amano, per poi rimpiangere i tempi passati.

  • User Icon

    simone

    18/01/2003 10:44:55

    L'America del mito. Ci sono tutti gli elementi che noi italiani vediano nell'America,e che oggi non esitono più. Ma l'autore li fa sentive vivi assieme al lettore,come se lui stesso li avesse portati on the road. Grazie a questo libro(il primo in assoluto che ho letto)mi sono appassionato ai libri di viaggio. Favoloso!

  • User Icon

    Francesco

    05/07/2002 09:18:03

    L'unico libro della collana Traveller che non vale la pena di leggere, addirittura deprimente. L'autore si lagna a ogni pagina per le continue delusioni provate nel suo viaggio. Il problema di fondo: non si parte per gli States credendo di trovare un mondo cristallizzato. Non vale i sette euro. Da non comprare, davvero pesante da leggere e deprimente.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione