Strade perdute

Lost Highway

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Lost Highway
Regia: David Lynch
Paese: Stati Uniti
Anno: 1996
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 18 anni
Salvato in 53 liste dei desideri
All'ingresso della propria villa il sassofonista Fred Madison scopre delle videocassette che mostrano lui e la moglie Renée mentre dormono. Avverte la polizia ma questa non sa darsi spiegazioni. Ad una festa a Fred viene recapitata una videocassetta che lo ritrae accanto al corpo massacrato della moglie.
5
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Franco

    21/09/2019 11:59:55

    Ennesimo filmone di Lynch. Ancora una volta, come accade in Mulholland Drive, la linearità è inesistente ed il film è totalmente frammentato e tutt'altro che immediato. Lynch non lascia nulla al caso e permette allo spettatore di decifrare la sua opera.

  • User Icon

    Silvia

    18/09/2018 06:59:18

    La nuova frontiera del film noir! dire che questo film è un thriller psicologico è altamente riduttivo... è molto di più. Sebbene non sia superiore a Mulholland Drive, Strade Perdute è tremendamente sottovalutato. La regia di Lynch è unica e imprevedibile, come sempre, ma qui riserva una particolare attenzione alla colonna sonora che diventa un elemento chiave del film, lo si capisce sin dai titoli di testa. Meravigliosamente disturbante, come da tradizione lynchiana!

  • User Icon

    andrea

    14/07/2017 15:16:18

    Un film da non perdere. Forse il migliore di Lynch

  • Produzione: Raro Video, 2016
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 134 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Originale (Dolby Digital 5.1);Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Originale (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of); interviste
  • David Lynch Cover

    David Lynch è uno dei massimi cineasti statunitensi degli ultimi decenni. Vincitore di due Palme d'Oro a Cannes e di un Leone d'Oro alla carriera. Si è affermato durante la sua lunga carriera in virtù di un personalissimo stile fatto di mistero, ambiguità e situazioni oniriche. Tra i suoi film più celebrati troviamo Elephant Man, Cuore selvaggio, Mulholland Drive e INLAND EMPIRE. E' autore della serie cult Twin Peaks. Oltre ad essere regista è anche sceneggiatore, produttore cinematografico, pittore, musicista, compositore, attore, montatore, scenografo e scrittore. Approfondisci
  • Rosanna Arquette Cover

    Propr. R. Lauren A., attrice statunitense. Proveniente da una famiglia di spettacolo (il padre è un comico televisivo, la sorella Patricia è anche lei attrice), esordisce al cinema con Promesse, promesse (1983) dell'indipendente J. Sayles, in cui interpreta una ragazza ebrea in lite con la famiglia per amore di un ragazzo italoamericano. Bellezza sensuale e nevrotica, eccelle nei ruoli di donne indecise tra il rispetto delle convenzioni e la voglia d'avventura, come in Cercasi Susan disperatamente (1985) di S. Seidelman. È soprattutto M. Scorsese a valorizzarne il talento, prima in Fuori orario (1985) poi nell'episodio Lezioni di vero in New York Stories (1989). Dopo un periodo di offuscamento, torna alla ribalta in Pulp Fiction (1994) di Q. Tarantino e in Crash (1996) di D. Cronenberg. Dei... Approfondisci
  • Bill Pullman Cover

    Attore statunitense. Interprete misurato ed elegante, esordisce in chiave comica in Per favore, ammazzatemi mia moglie (1986) di J. e D. Zucker e J. Abrahams, subito seguito dalla farsa fantascientifica Balle spaziali (1987) di M. Brooks. Dopo una lunga serie di ruoli secondari (su tutti quello in Wyatt Earp, 1994, di L. Kasdan), si afferma come protagonista dal talento poliedrico in Casper (1995) di B. Silberling, nel kolossal Indipendence Day (1996) di R. Emmerich, nell'inquietante e criptico Strade perdute (1997) di D. Lynch, nel moralistico Crimini invisibili (1997) di W. Wenders e nel legal thriller The Guilty - Il colpevole (2001) di A.?Waller. Approfondisci
Note legali