Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2010
Pagine: X-584 p. , Brossura

82 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

  • EAN: 9788806204167

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Manu

    08/02/2015 20.48.32

    Realistico e credibile. In questo romanzo non c'è nulla di superfluo nè di carente: ciò mi basta.

  • User Icon

    Paulus

    11/07/2011 16.15.58

    Libro che parte da delle indagini per costruire una trama - se non vera, verosimile - su una delle pagine più buie del nostro Paese. Per farlo l'autore si serve di personaggi singolari, adattissimi alla narrazione, a cui non ci si può non affezionare.

  • User Icon

    montag

    30/01/2011 19.45.49

    Un gran libro. Macchiavelli ha messo in piedi una trama estremamente coinvolgente che scava nella realtà, avvalendosi della descrizione di fatti appunto reali o assolutamente realistici, dell'Italia di quell'epoca. Il teorema espresso alla fine è davvero affascinante. Da leggere e rileggere! Diffidare dei commenti di lettori con la puzza sotto il naso.

  • User Icon

    alberto

    26/09/2010 10.21.48

    non siamo nel migliore dei mondi letterari ma siamo nel mondo della più sporca faccenda del dopoguerra italiano. l'intreccio romanzato scritto da macchiavelli rende evidente la trama contorta di una vicenda che ancora oggi è avvolta nella più completa ombra e che non sembra voglia spiegarsi alla luce della verità; un caso che ancora brucia una parte della società italiana, che omertosa sempre più, volta le spalle a coloro i quali cercano la verità sulla strage con passione e competenza. non occorre lasciarsi ingannare dalla finzione letteraria per capire che la strage di bologna fu il risultato del fallimento di una congiura più grande da parte del potere occulto; io ci credo al finale di questo libro, sono convinto che l'autore abbia colto nel segno perché la letteratura in fondo, come pasolini ha insegnato ed altri prima di lui, non è solo finzione ma è fatto, è evento compiuto indipendentemente della creatività dell'autore. ed è proprio esaminando a fondo l'intreccio di questa storia che si può comprendere perché la verità processuale e politica non può e non potrà mai emergere; sono convinto che la strage sia stata una tragedia, ma che essa avrebbe potuto davvero essere ancora più grande se si fosse realizzato il piano originale che i poteri occulti avevano progettato. quindi, tragicamente, la strage di bologna deve essere inquadrata in un contesto più ampio e per questo ancora più doloroso per i famigliari delle vittime; una strage inutile per i fini dell'eversione, un assassinio di massa come risultato di un imprevisto. ecco, per questo le vittime di bologna dovrebbero essere ricordate non solo come vittime di una barbarie terroristica e cieca e crudele fine a se stessa, ma come coloro i quali il cui sacrificio è tragicamente servito a impedire che la nostra repubblica cadesse nelle mani degli eversori, dei nemici del popolo italiano. Dunque, un libro da leggere.

  • User Icon

    Albo

    22/09/2010 17.42.44

    Davvero un fumettone; alcuni personaggi poco credibili. Il tono scanzonato del protagonista maschile mi e' sembrato del tutto stonato rispetto ai fatti raccontati.

  • User Icon

    luca

    21/09/2010 11.53.52

    Ben altro che un fumettone...ricorda il tentativo riuscito di de cataldo con romanzo criminale, ma in realtà macchiavelli ha scritto molto prima questo romanzo costruito con molta evidenza su sentenze ed atti giudiziari sulla strage di Bologna. Ben scritto e molto realistico. vedasi molti dei personaggi quasi identici "alla realtà". Unico neo, secondo me che sono palermitano, la figura della "mafiosa": poco credibile.

  • User Icon

    nicerba

    02/09/2010 22.14.11

    un fumettone ben scritto ma pur sempre un fumettone. A quanto pare Sarasso ha attinto a piene mani da questo thriller....

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione