Categorie

Haruki Murakami

Traduttore: A. Pastore
Illustratore: L. Ceccotti
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2015
Pagine: 73 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788806225889

La strana biblioteca è un racconto inedito in Italia dell’amatissimo autore giapponese Haruki Murakami, arricchita dalle splendide illustrazioni di Lorenzo Cecotti, in arte LRNZ, uno degli artisti fumettisti più famosi d’Italia che ha reso questo libro anche una vera e propria gioia per gli occhi. Questa storia, breve ma incisiva, racconta la disavventura di un giovane studente che dopo scuola decide di recarsi nella biblioteca civica della sua città per consultare alcuni volumi e viene mandato dalla vecchia bibliotecaria nella stanza 107, dove la sua vita cambierà radicalmente. Il bisogno di conoscenza e l’insaziabile curiosità del giovane lo porteranno in un universo nuovo e terribilmente pericoloso caratterizzato da ciambelle e uomini pecora. Il giovane viene legato con un grosso macigno alla caviglia e costretto a leggere un’infinità di pagine, solo ed esclusivamente per dare in pasto al vecchio abitante della stanza il suo cervello, succoso e ricco di insegnamenti. Il giovane piange lacrime amare, non sarebbe mai successo se quel giorno non si fosse recato in biblioteca. O forse era inevitabile, prima o poi avrebbe ceduto alle lusinghe dei libri, per cui ora piangere è inutile, bisogna combattere il fuoco con il fuoco.

La strana biblioteca è una fiaba misteriosa e inquietante dedicata a un pubblico giovane ma che gli adulti non devono sottovalutare, è una storia capace di indagare nel profondo universo della lettura, che qui diventa l’unico mezzo possibile per raggiungere la libertà e l’oblio. È un libro che si legge da solo in pochi minuti, in perfetto stile Murakami, dove ogni pagina è un piacere nuovo e un viaggio introspettivo alla ricerca del piacere della lettura. Grazie all’abile mano dello scrittore giapponese, in un pugno di pagine prendono vita universi onirici che ci sembra di conoscere, da cui solo la conoscenza potrà salvarci.

«Mi sedetti sul letto e mi presi la testa fra le mani. Perché mi capitava una cosa del genere? Ero soltanto andato in biblioteca a prendere in prestito dei libri!»

R
ecensione di Francesca Magni.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    norma

    24/02/2016 12.55.34

    Murakami ci poteva risparmiare questa fiaba orrenda e stupida che non esplode nel nostro cuore come altri suoi libri.

  • User Icon

    Pier Morandi

    18/02/2016 23.52.29

    Una favola, molto Anime. C'è qualcosa di buono, soprattutto nella parte centrale, ma è come se ad un certo punto, l'idea perdesse spessore, svuotandosi e spegnendosi rapidamente e anche un po' troppo banalmente, senza lasciare quella traccia che Murakami, a parte gli ultimi 3 libri, ha sempre lasciato. La Biblioteca è un po' il pozzo de 'L'uccello che girava le viti del mondo', ma fuori dal pozzo, in questo libro, sembra non ci sia più nulla. Le illustrazioni e l'impaginazione mi sono, invece, piaciute molto ed aggiungono un punto in più al libro.

  • User Icon

    RICCARDO

    20/01/2016 11.10.02

    Breve Storia "per ragazzi" in linea con le massime di Murakami, evocativo ma mai comprensibile fino in fondo , coinvolgente ma non un capolavoro. non imperdibile insomma ma comunque un tassello nella bibliografia dell'autore che mi ha fatto piacere recuperare. Le illustrazioni sono invece il vero sale della narrazione , superbe secondo me e valgono da sole il prezzo del libro. ( sarebbe un 3,5 )

  • User Icon

    Giuliano

    02/01/2016 21.09.22

    Premetto che non conosco Murakami e che questo è il primo libro che leggo. Una storia semplice, onirica, ricca di simboli. Cercarne (invano) il significato non ha senso; bisogna invece accettarli così come sono. Le illustrazioni di Lorenzo Ceccotti rendono le atmosfere ancor più fiabesche e cupe. Promosso a pieni voti!

  • User Icon

    Liliana

    30/12/2015 00.20.20

    Dopo un casuale incontro con un libro di Murakami sono diventata una sua lettrice appassionata...li sto leggendo tutti...Tanta aspettativa per questo ma sono rimasta profondamente delusa!!Un favola?No...forse una brutta manovra commerciale!

  • User Icon

    stefano

    29/12/2015 11.23.16

    Sono un amante della scrittura di Murakami ed ho acquistato il libro senza documentarmi, forte delle letture precedenti. Forse per questo le aspettative che avevo sono state deluse, non amo in genere i racconti scritti da quest'autore, credo che in poche pagine non riesca a esprimere le sue qualità migliori. Questo libro è un racconto (uno dei meno interessanti peraltro), brevissimo racconto, infarcito da tante illustrazioni e scritto con un font per ciechi in modo da renderlo di uno spessore pubblicabile. Sono molto critico anche con la casa editrice, forse inserito in una raccolta di racconti al medesimo prezzo (alto) sarebbe stata una scelta più azzeccata, non ti lascerebbe in bocca quella sensazione di essere stato preso in giro.

  • User Icon

    Marco

    18/12/2015 11.38.50

    Premettendo che Murakami è uno scrittore di alto livello, questa fiaba è veramente brutta, nonostante pensi che a volte quello che conta di più non è la storia raccontata, ma il modo di raccontarla, in questo caso la storia non è solo brutta, ma è anche narrata in modo troppo infantile. Si merita il voto minimo. Ricordo: senza nulla togliere a Murakami.

  • User Icon

    laura lugano

    30/11/2015 10.57.17

    Requiem per un grande amore(Murakami)questo in sintesi il mio giudizio.Il libro non è recente,ma quelli recenti erano anche peggio.Consiglierei un momento di pausa.

  • User Icon

    Nicola

    23/11/2015 15.17.46

    Fiaba originale ed evocativa. Murakami non delude.

  • User Icon

    eleonora

    20/11/2015 23.13.40

    Una capacità di creare atmosfere, caratteri e attese con poche parole che spalancano un mondo. Al livello delle prove migliori. Invece non ho apprezzato le illustrazioni. Ho preferito di gran lunga Kat Menschik e naturalmente Norma Bar

  • User Icon

    Alessandro

    19/11/2015 16.23.57

    Fiaba bruttissima,infantile e senza trama. Soltanto le illustrazioni sono da apprezzare.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione