Lo stravagante mondo di Greenberg

(Greenberg)

Titolo originale: Greenberg
Regia: Noah Baumbach
Paese: Stati Uniti
Anno: 2010
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 6,50

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mauro Lanari

    25/06/2013 06:08:38

    Il lato positivo di questo film rispetto a "Il lato positivo" è che non ostenta ruffianamente alcun univoco lato positivo. Lei è bella o brutta? Lui è simpatico o antipatico? I dialoghi sono banali o intelligenti? Los Angeles è o no una location consona e adeguata? Come mai lui ha l'esclusiva del titolo a scapito di lei? Ottimo: proprio come la vita, regista & consorte s'ostinano per l'intera pellicola a fornire risposte ambigue, ambivalenti, più di preciso: complesse. Indecidibilità postmoderna, teoria del caos, un'opera degna del Santa Fe Institute. Eccellente esempio dell'effetto Lorenz: sistemi sensibili alle condizioni iniziali, basta una variazione anche esigua e si modifica del tutto la traiettoria a venire. E nessuno ha ancora trovato come gestire questo nuovo livello di consapevolezza sulla natura profonda dell'esistenza. In "Greenberg" i personaggi principali vivono una crisi costante, una persistente incapacità decisionale, i 25enni come i 40enni, non è una questione di puer vs senex ma una propensione attitudinale, indipendente dall'età anagrafica, a percepire il problema stesso, altrimenti feste da sballo con coca e Korn diventano per chiunque, giovani e attempati, i nuovi sintomi di superficialità ed escapismo. Il film termina mozzato, troncato, aperto fino a spiazzare: non ha soluzioni da offrire ("Ho deciso di prendermi una pausa e di non fare assolutamente nulla") e per di più è già l'esistenza che decide al posto nostro ("Mia nipote. Ha quattro anni. Le ho preso questi burattini per il suo compleanno"), così si limita a esporre e mostrare, e in ciò potrebbe proseguire all'infinito. "Il mondo mi fa arrabbiare così tanto, lo sai? Se sapessi a chi scrivere una lettera sulla stupidità del mondo lo farei". Forse il vero difetto dell'opera è che i protagonisti sono egoticamente troppo presi dal far sopravvivere il loro microcosmo per interessarsi anche d'altro, degl'altri, dell'Altro, del macrocosmo e di quanto li circonda.

Scrivi una recensione
  • Produzione: BiM, 2016
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 106 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers