Sugarland Express di Steven Spielberg - DVD

Sugarland Express

The Sugarland Express

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Sugarland Express
Paese: Stati Uniti
Anno: 1974
Supporto: DVD
Salvato in 21 liste dei desideri

€ 10,34

Venduto e spedito da Vecosell

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 10,34 €)

Per riprendersi il proprio bambino, dato in adozione, un ragazzo evade con l'aiuto della mogliettina e, dopo aver sequestrato un poliziotto, i due partono alla ricerca del figlio, portandosi dietro una spettacolare coda di inseguitori e tenendo l'intera America con il fiato sospeso.
4
di 5
Totale 2
5
0
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Mirko

    05/05/2018 07:58:44

    Debutto cinematografico per Steven Spielberg che ci regala uno dei più emozionanti e famosi road movie. Il film permette di fare un viaggio attraverso lo sconfinato Texas insieme ai protagonisti. E' come se lo spettatore fosse insieme a loro e partecipasse alle loro speranze, paure e angosce. Goldie Hawn, Michael Atherton (rispettivamente madre e padre del bambino da andare a prendere nella cittadina di Sugarland) ma anche l'agente Michael Sacks che accompagna i due genitori in questo viaggio danno grandi emozioni!

  • User Icon

    paolo63

    25/11/2004 16:16:45

    Pagherà cara la coppia protagonista la fine dell'infanzia. Il road mowie fa parte dei generi codificati dell'industria cinematografica americana. Ma lo Steven con le palle d'acciaio anche in questo caso gioca con il genere. I due protagonisti sono vittima e carnefice allo stesso tempo. La fuga verso il nulla, o meglio la speranza che il bambino nuovo cinema, riesca a crescere nonostante genitori non proprio regolari, secondo me era una esigenza primaria da parte dei giovani autori americani, dei primi anni 70, la voglia di indipendenza, il non avere padri padroni. Poi......è arrivata la Amblim.

  • Produzione: Universal Pictures, 2004
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 109 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Spagnolo; Portoghese
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Steven Spielberg Cover

    Propr. S. Allan S., regista e produttore statunitense. È indubbiamente il più popolare e affermato regista contemporaneo (suoi i più grandi incassi della storia del cinema), ma è anche un grande maestro del racconto, capace di influenzare pesantemente l'immaginario di tutto il secondo Novecento. Al culmine di una fortunata esperienza televisiva, gira il film tv Duel (1971), geniale evoluzione del road-movie che si contamina con l'incubo grazie a un controllo della narrazione che già indica la grandezza del regista. Debutta al cinema con Sugarland Express (1974), originale rivisitazione del tema dell'inseguimento fra poliziotti autoritari e marginali post-hippies, cui segue il celebre Lo squalo (1975), intelligente unione di tensione emotiva e senso dello spettacolo. Il successo economico del... Approfondisci
  • Goldie Hawn Cover

    Attrice e produttrice statunitense. Sin da giovanissima segue corsi di danza e di recitazione. A soli sedici anni debutta in teatro e ben presto si rende conto che il suo vero talento è quello comico. Esile, capelli biondi disordinati, grandi occhi azzurri e un sorriso contagioso, diventa popolare grazie a uno spettacolo televisivo. Dopo un esordio in sordina, sul grande schermo trova la grande occasione con il ruolo della svampita ma dolce Niki in Fiore di cactus (1969) di G. Saks, con cui si aggiudica l’Oscar come attrice non protagonista. Nei film seguenti, per lo più commedie scanzonate, ripropone il personaggio che l’ha resa famosa: da Mi è caduta una ragazza nel piatto (1970) di R. Boulting al road-movie Sugarland Express (1974) di S. Spielberg, in cui fornisce una delle sue più intense... Approfondisci
  • Ben Johnson Cover

    "Attore statunitense. Autentico cowboy con la passione per i rodei, giunge in tale veste a Hollywood (1940) al soldo di H. Hughes, e vi rimane come stuntman e controfigura equestre delle star. La sua prima apparizione è del 1943 (Il mio corpo ti scalderà, dello stesso Hughes), ma resta perlopiù non accreditato finché, notato da J. Ford (In nome di Dio, I cavalieri del Nord-Ovest, entrambi del 1948), è protagonista di La carovana dei mormoni (1950), celebrazione corale della frontiera e dei suoi protagonisti. Ancorato al western (Il cavaliere della valle solitaria, 1953, di G. Stevens) in più consoni ruoli di comprimario, dopo un breve ritorno alle gare di rodeo viene scelto prima da M. Brando per I due volti della vendetta (1960) poi da S. Peckinpah nella svolta che questi imprime al genere... Approfondisci
Note legali