Categorie

Sul sentiero di guerra. Scritti e testimonianze degli indiani d'America

Traduttore: A. Dell'Orto
Curatore: C. Hamilton
Editore: Feltrinelli
Edizione: 13
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 339 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788807806346

12° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Argomenti d'interesse generale - Gruppi sociali - Studi etnografici

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 4,86

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maurizio

    30/12/2011 10.46.46

    Una delle prime antologie di testi degli indiani d'America che, per fortuna, ha avuto grande successo anche nel nostro paese. Il volume e' stato pubblicato in Italia nel 1956 e continua a girare, anche nelle universita'. Bella e utile l'impostazione in capitoli tematici sui diversi aspetti della vita quotidiana delle tribu' indiane, della loro religione e della storia dei loro rapporti con gli invasori che venivano dall'Est. Fino a questo testo c'era pochissimo a disposizione. Ricordo solo negli anni 50 dello scorso secolo "Pellerossa" di Piero Pieroni. Hamilton ha fatto fare un passo avanti alla ricerca, mettendo sotto i riflettori i protagonisti.

  • User Icon

    claudio

    07/03/2010 11.46.47

    Veramente interessante questo libro che riporta tutta una serie di testimonianze di capi indiani o comunque indiani di diverse epoche. Per cui abbiamo i "mitici" indiani delle praterie com i Sioux o i Cheyenne, ma abbiamo anche gli indiani dell'est che vennero per primi a contatto con l'uomo bianco. Da tutii traspare la grande amarezza sul mondo bianco, fatto di ipocrisia, di furti, di menzogne, di trattati continuamente stracciati a favore dei coloni o dei cercatori d'oro. Traspare la grande umanità di questi "selvaggi" catapultati in pochi anni dall'età della pietra all'evo moderno. Ci sono episodi curiosi, qualcuno anche divertente come quello successo dopo la battaglia di Little Big Horn dove un indiano scopre un orologio di un soldato che faceva tic tac, ma che il giorno dopo, esaurita la carica, era fermo: per cui decise di buttarlo via. Interessanti sono tutti quei capitoli in cui gli indiani ci danno la loro impressione sull'uomo bianco o quelli relativi alla religione: divertente quello in cui un capo indiano dice al nuovo missionario che era il quarto o quinto di missionari che arivano da lui, tutti cristiani, ma appartenente a sette diverse. Un'epoca che se ne è andata malamente!!!

Scrivi una recensione