Categorie

Sulle orme di Endimione. Una riflessione sociologica sull'eutanasia

Alessandra Sannella

Editore: Franco Angeli
Anno edizione: 2003
Pagine: 192 p.
  • EAN: 9788846450265
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 20,00

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zsack

    20/05/2006 10.40.20

    Il libro è preciso e chiaro, porta all'attenzione del lettore, dopo un'attenta costruzione concettuale, l'esperienza di chi ancora vive con questo problema, dimenticato dagli uomini e dalle istituzioni. Mi ha molto colpito la poesia in apertura di pubblicazione.

  • User Icon

    Ilaria

    17/09/2004 12.14.16

    ho conosciuto questo libro attraverso il bookcrossing. Ho ripercorso mie vicende personali e mi sono commossa, ho riflettuto e capito. Tema non facile ma da trattare.

  • User Icon

    Andrea De Addario

    09/06/2004 18.56.48

    E' un libro che ho studiato. Mi ha coinvolto, da studente e semplice lettore, indicandomi spunti per la mia personale ricerca. Sono uno studente di sociologia e mi sento in dovere di consigliare quest'opera: pura ricerca sociale volta alla conoscenza di un tema troppo ignorato e bistrattato. Che serva a qualcosa!

  • User Icon

    Gabriele

    22/02/2004 17.00.24

    L'autrice, da tempo interessata ai problemi della bioetica e della marginalità sociale, con questo libro interviene con un punto di vista originale nel dibattito sull'eutanasia. Con il processo di secolarizzazione delle società occidentali i tabù della procreazione come quelli della morte subita e vissuta nelle vecchie forme della tradizione non valgono più. Un problema è stato sollevato, quello di sapere se io detentore dell'esistenza può rinunciarvi. L'attore sociale è costituito dalla sua identità: volerne disporre con il suicidio o con l'eutanasia programmata è in qualche modo distaccarsene. L'atto di colui che mette fine ai suoi giorni con il pretesto che ha vissuto abbastanza conferma il valore assoluto della vita; egli afferma il suo potere di esistere sopprimendosi. La rimozione culturale della morte, che è tipica del nostro tempo, così come la sua esclusiva medicalizzazione, costituiscono pertanto uno dei problemi più rilevanti per la riflessione sociologica. Un libro non schierato ma problematico che mostra con grande equilibrio il percorso culturale e antropologico attraverso cui il tema dell'eutanasia è diventato una delle componenti più attuali dell'odierno dibattito sociologico. Completano il volume una ricca bibliografia, un glossario essenziale e un ampio aggiornamento sulla normativa in vigore sull'eutanasia nei principali Paesi.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione