Traduttore: P. Del Zoppo
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 10 maggio 2009
Pagine: 128 p., Brossura
  • EAN: 9788861100190
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Potrebbe succedere davvero? Il punto di partenza di questo romanzo dal tono satirico e coinvolgente è l'arrivo di una nuova tendenza fra i giovani: in molte parti della Germania, vari teenager scompaiono in occasione del loro sedicesimo compleanno. Quando vengono riportati i primi casi, la polizia non se ne preoccupa più di tanto. Ma dopo la scomparsa di Justus, figlio della famosa presentatrice televisiva Conny Hanssen, la polizia, le famiglie e l'opinione pubblica cambiano atteggiamento. Si eliminano i computer dalle stanze dei ragazzi, si utilizzano sistemi elettronici per pedinarli, si accusa un invalido, autore di canzoni per adolescenti, di essere la causa delle fughe. Con il tempo si svelano le reali cause del fenomeno e si scopre l'esistenza di un "movimento" di sedicenni che programmaticamente si ribella alle repressioni messe in atto dai genitori. La Vanderbeke affronta con la sua usuale grinta questioni di grande attualità come le forzature dei media e la questione della privacy e della sicurezza pubblica, l'influenza dei media sui giovani e la reazione di questi ultimi alla mercificazione della vita.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    oi

    24/04/2009 15:56:57

    gran bel romanzo! intelligente e spiazzante.

Scrivi una recensione

Potrebbe succedere davvero? Il punto di partenza di questo romanzo breve dal tono satirico e coinvolgente èl'arrivo di una nuova tendenza fra i giovani: in molte parti della Germania, vari teenager scompaiono in occasionedel loro sedicesimo compleanno. Quando vengono riportati i primi casi, la polizia non se ne preoccupapiù di tanto. Ma dopo la scomparsa di Justus Hanssen, figlio della famosa presentatrice televisiva ConnyHanssen, e con l'accentuarsi del fenomeno, la polizia, l'opinione pubblica e le famiglie cambiano atteggiamento.Naturalmente con il tempo si svelano le reali cause del fenomeno, di cui la principale è il pessimo rapportodei ragazzi con i genitori e si scopre l'esistenza di un "movimento" di sedicenni che si ribella allerepressioni messe in atto dai genitori. La Vanderbeke affronta con la sua usuale grinta questioni di grande attualitàcome le forzature dei media e la questione della privacy e della sicurezza pubblica, l'influenza deimedia sui giovani e la reazione di questi ultimi alla mercificazione della vita.Il racconto della Vanderbeke coglie nella sua pienezza il senso di rovina di molti ragazzi, che si risvegliano bulimici dall'estasi consumistica del cambio di secolo.