Tarare

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Antonio Salieri
Direttore: Christophe Rousset
Orchestra: Les Talens Lyriques
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 3
Data di pubblicazione: 14 giugno 2019
  • EAN: 5051083143509
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 27,50

Punti Premium: 28

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Triple CD Box Set Edition
Dopo Les Danaïdes e Les Horaces, Les Talens Lyriques conclude il ciclo dedicato alle opere francesi di Antonio Salieri con la prima registrazione assoluta di Tarare. Ingiustamente sovrastato dal suo brillante contemporaneo Mozart, Salieri firma con Tarare un autentico capolavoro basato sull'unico libretto d'opera scritto da Beaumarchais.
Salieri ha gusto per l'esotismo e, come Mozart nel Ratto dal Serraglio, trasporta il pubblico in un fantastico Oriente visto con gli occhi della filosofia illuminista. L'infaticabile Christophe Rousset, impegnato a ridare vita a partiture raramente eseguite o inspiegabilmente cadute nell'oblio, dirige un cast stellare con Cyrille Dubois nei panni del Capitano delle Guardie Tartare che si introduce dal Sultano Atar, interpretato da Jean-Sébastien Bou, con l'intento di liberare la sua amata, la schiava Astasie a cui presta la voce Karine Deshayes. Dietro questo triangolo amoroso si cela (ricordiamo che siamo nel 1787) la requisitoria di Beaumarchais contro il potere tirannico del Sultano ed è incredibile pensare a come questo libretto sia potuto sfuggire ai censori del Re. La musica segue gli equivoci della vicenda, la trama turbinosa e le scene spettacolari, producendo un'opera che prefigura il Romanticismo ed è qui brillantemente eseguita da Les Talens Lyriques e da Les Chantres del Centro di Musica Barocca di Versailles, in una registrazione che ristabilisce una volta per tutte l'autorevolezza di Salieri.
  • Antonio Salieri Cover

    Compositore. Studiò a Venezia, dove si era trasferito nel 1765, con G.B. Pescetti e con F. Pacini; benvoluto da L. Gassmann, maestro di cappella alla corte di Vienna, fu da questi indotto a trasferirsi nella capitale imperiale e ne ricevette lezioni e protezione. Dopo aver esordito in campo teatrale nel 1770 con Le donne letterate, nel 1774, alla morte del Gassmann, ne prese il posto. Incontrò subito il favore del pubblico ed ebbe numerosi inviti: a Milano per l'inaugurazione della Scala (L'Europa riconosciuta, 1778), a Parigi su richiesta di Gluck (Le Danaidi, 1784) ecc. Nel 1788 assunse la direzione della cappella imperiale succedendo a G. Bonno; ma nel 1790 volle mantenere soltanto la carica di compositore di corte, dedicandosi con passione all'insegnamento: ebbe tra i suoi allievi Beethoven... Approfondisci
  • Christophe Rousset Cover

    Nato ad Avignone nel 1961, Christophe Rousset ha iniziato la sua carriera come clavicembalista, realizzando una serie di registrazioni di grande importanza, da quelle dei concerti di Bach di all''integrale della produzione cembalistica di Couperin. Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali