Tatiana & Alexander

Paullina Simons

Traduttore: L. Fochi
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2004
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788817033831

75° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Rosa

Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Anna

    14/11/2017 07:48:58

    Bello...ma il primo libro “il cavaliere d’inverno” è migliore.

  • User Icon

    ELENA

    21/10/2016 15:22:17

    BELLISSIMO ...

  • User Icon

    Ros

    23/08/2016 20:14:40

    Dalle recensioni mi aspettavo un libro più bello. Coinvolgente solo nella parte finale!

  • User Icon

    Sara

    31/03/2016 17:26:13

    Anche questo libro lo si può considerare un capolavoro al pari del primo. Nella prima parte viene più approfondita la figura di Alexander e della sua famiglia, sia quando vivevano in America, sia quando sono sbarcati in Russia per inseguire il sogno di vivere sotto l'ideologia comunista. La realtà che Alexander e la sua famiglia hanno incontrato, però ha mandato in frantumi i loro sogni e desideri. Infatti si sono trovati a fare i conti con un regime gretto, chiuso, spietato verso chi non riusciva ad adeguarsi, e dove si rischiava di essere spediti nei gulag siberiani per una sciocchezza (anche per una soffiata anonima al KGB), dai quali non si faceva più ritorno. Qui troviamo i due protagonisti maturati, ma ormai divisi: Tatiana è riuscita a fuggire in America, mentre Alexander, tradito da un suo commilitone, viene arrestato per spionaggio e spedito in un campo di prigionia nell' est Europa. Eppure, Tatiana dall'altra parte dell'Oceano è convinta che il suo uomo sia ancora vivo e per questo non esita ad imbarcarsi per l'Europa sotto mentite spoglie per trovarlo e riaverlo con sè. Gira tutti i campi di prigionia dei paesi della cortina di ferro, e solo la speranza di trovare Alexander la fa andare avanti. Impressionante il coraggio e la tenacia di una ragazza poco più che ventenne, questo secondo libro insegna veramente a vivere, ad andare sempre e comunque avanti nella vita. Tra le righe si trovano quei grandi valori della vita che ormai troppe volte al giorno d'oggi vengono dati per scontati o accantonati: rispetto, amore, speranza e tenacia.

  • User Icon

    Giusy Spinelli

    30/07/2015 12:11:20

    La prima parte è un pò il riassunto del primo libro ... ma la seconda!!! L'ho letta tutta d'un fiato ... !

  • User Icon

    Mariarita cri

    29/07/2015 12:51:09

    Bellissimo quanto il primo... Uno dei libri più belli e appassionanti che io abbia mai letto... certo avrei voluto sapere cosa è accaduto a molti personaggi ma dopotutto la storia riguardava alexander e Tatiana e la seconda guerra mondiale...mio finale è stato commovente ma avrei voluto qualche pagina in più che si svolgesse in america

  • User Icon

    lorena

    29/04/2015 11:33:05

    Non ha perso ne' ritmo ne' forza, questo secondo libro completa il primo e coinvolge allo stesso modo.

  • User Icon

    ilaria

    03/10/2013 15:13:53

    bellissima,entusiasmante storia d'amore,di fedeltà e di buon esempio.gli orrori della guerra,la prigionia,vengono sopportati grazie all'amore per tatiana e lei sopporta tutto e di più per alexander,il suo amato.niente potrà dividerli,l'amore è troppo forte e vincerà.

  • User Icon

    simona

    10/04/2013 08:50:58

    Secondo libro della trilogia. Anche questo romanzo di circa 700 pagine è suddiviso in 4 parti. Le prime due sono il noioso riassunto, con abbondanti copia-incolla del romanzo precedente (Il giardino d'inverno). Le altre due parti sono discrete. Dialoghi scontati, a tratto noioso... vuoto. Un romanzo, che concluso, non lascia davvero nulla. Se non la sensazione di avre sprecato del tempo. Oltre che a del denaro. Anche se riferito al posteriore romanzo (Il giardino d'estate) si salva ancora....

  • User Icon

    Fabiana

    07/03/2013 02:38:34

    Bellissimo! forse non quanto il primo, ma sicuramente degno di fargli da seguito! La storia che fa da sfondo è sempre la stessa, c'è ancora la guerra, ma questa volta la cosa viene approfondita:non si è più soltanto nella città di Leningrado dove le razioni di pane continuano a diminuire, ma si và tra castelli di reclusione, campi di concentramento e prigioni a scoprire i lati cupi della Russia comunista durante la guerra.Non leggiamo piu la storia d'amore di due ragazzi di 17 e 22 anni, costretti a trattenere i loro impulsi d'amore, ma leggiamo le vicende di un uomo e una donna, seppur ancora ventenni, cresciuti e plasmati dalla guerra, che hanno avuto modo di lasciarsi esplodere l'uno verso l'altra, dichiarandosi il reciproco amore e dandogli sfogo, ma che nonostante tutto hanno ancora il vitale bisogno di vivere in simbiosi ,l'uno stretto al cuore dell'altra. Consigliato assolutamente.

  • User Icon

    Muireann

    28/01/2013 15:01:58

    Degno seguito del Cavaliere d'Inverno, un bel libro indubbiamente ma non tanto quanto il primo capitolo della serie. Comunque da leggere se amate la storia di Tatiana e Alexander

  • User Icon

    lalla

    14/01/2013 09:01:55

    Questo libro è la degna continuazione de "Il cavaliere d'inverno", la prima parte essendo il riassunto del primo libro è un pò noiosa, mentre la seconda è nettamente migliore ed emozionante fino alla fine!!!

  • User Icon

    Viviana

    13/11/2012 18:46:08

    Bellissimo, ottimo continuo de "Il cavaliere d'invero"; la seconda parte è più bella perchè la prima parte è un po' il riassunto del primo libro visto con gli occhi di Alexander.

  • User Icon

    letizia

    21/10/2012 23:47:20

    Bellissimo. Pieno di emozioni forti che arrivano dritte al cuore, nonostante siano struggenti, spesso e volentieri. Un libro che sa catturare il nostro animo. Davvero stupefacente, come seguito del "Cavaliere d'inverno".

  • User Icon

    PAOLA

    30/08/2012 16:40:11

    Ho trovato questo libro un pò noiosetto perchè sembra proprio il riassunto del primo romanzo "il cavaliere d'inverno". Migliore è la parte finale.

  • User Icon

    Ilaria

    13/01/2012 09:16:34

    Bello quanto il primo e forse anche di più: leggetelo!

  • User Icon

    Lorena

    24/11/2011 11:17:43

    e anche questo seguito è stato ECCEZIONALE! Tatia e Shura si sono amati lo stesso in tutto quell'arco di tempo che li ha divisi...lei ha avuto vicino persone di cui potersi fidare mentre lui no... ci sono stati momenti inaspettati e alla fine tutto quello che loro due volevano è stato "esaudito"! qui possiamo entrare nei dettagli dei loro momenti e di quella guerra..tutta la crudeltà...l'infamità...l'egoismo...tutto il dolore... ma come ha detto Paullina: "Anche nei momenti più terribili è possibile una vita migliore, e nemmeno un'ideologia schiacciante può distruggere l'amore!" per chi vuole immergersi in questa bellissima storia consiglio di leggere Tutta la Trilogia! a me manca solo di leggere "il giardino d'estate" con il quale termina... che dispiacere :(

  • User Icon

    virginio

    06/09/2011 17:33:11

    E' indubbiamente un bel romanzo, ma a parer mio non all'altezza del Cavaliere d'Inverno. Ripetitivo per chi ha già gustato il primo libro e con una narrazione su due tre livelli che alle volte risulta contorta. Bella comunque l'atmosfera che sa creare nella gelida e fredda Russia.

  • User Icon

    valeria

    28/04/2011 12:36:04

    anche questo è assolutamente da leggere...riesci quasi a sentire e a provare la sofferenza di tatiana e alexander separati...poi mi piace molto come è stato scritto, facendo i riferimenti alla vita passata di alexander diventa più scorrevole ed è un modo per conoscere meglio il personaggio

  • User Icon

    Manuela

    19/04/2011 15:39:25

    Un romanzo che non raggiunge il livello irraggiungibile del primo, ma ne è comunque un degno seguito. La prima parte è davvero disorientante: i continui salti tra i capitoli, con 3 piani temporali differenti, non rende la lettura facilissima, nonostante sia senza dubbio interessante e coinvolgente sia l'infanzia di Alexander, che le vicissitudini di Tatiana in America. Di grande impatto emotivo è la losto storia vissuta attraverso gli occhi di Alexander, e grazie al suo punto di vista si riescono a comprendere molte cose che lui dice e fa per Tatiana, e alcuni lati del suo carattere più oscuri e misteriosi. La narrazione, nel corso dei capitoli, è altalenante ed incostante, e spesso la Simons si dilunga troppo nelle elucubrazioni di Tatiana e nelle vicende di guerra di Alexander, a volte scadendo nella retorica e nella ridondanza, portando il racconto ad incartarsi su se stesso. La fine, seppur a tratti inverosimile, è senza dubbio emotivamente molto intensa. Tatiana e Alexander sanno sempre come commuovermi, e rimarranno sempre nel mio cuore come due personaggi magnificamente narrati.

Vedi tutte le 29 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione