Traduttore: T. Riva
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 13 luglio 2005
Pagine: 443 p., Brossura
  • EAN: 9788845234279
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Usato su Libraccio.it - € 5,13

€ 5,13

€ 9,50

5 punti Premium

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    barbara marchelli

    09/02/2006 10:49:52

    E' il primo libro di questa autrice che leggo, e l'ho trovato abbastanza carino. Sicuramente assurdo il problema della probabile multi paternità ma per il resto l'ho trovato intrigante, non solo, giudico molto positivamente la capacità di farci conoscere tutte le personalità dei personaggi in una sola settimana di avventure. Leggerò sicuramente altri libri di questa scrittrice.

  • User Icon

    Enzo

    23/01/2006 11:52:53

    Ho trovato questo libro assolutamente deludente, dopo i bei tre romanzi precedentemente pubblicati di questa autrice Inglese. I personaggi sono noiosi, monotoni, infantili, tutti simili nella loro pressapochezza e sterilità. Possibile, poi, che tutti, dico TUTTI, abbiano lo stesso modo di parlare, ironizzare e litigare? Insomma, nessuno di loro ha un minimo di spessore. L'autrice si dilunga inutilmente in noiose e ripetite descrizioni dei loro pasti e della loro preparazione. Sembra che in una settimana di vacanza al mare sappiano solo stare in casa a preparare i pranzi e a litigare. Per più della metà del libro non accade assolutamente nulla e quando poi qualcosa succede, è stato già visto e sentito in decine di film, soap opera e altri romanzi. Mi riferisco, ad esempio, al dubbio di chi sia il padre della bimba ... sarà Simon? O Rob? O il padre di Rob!? E che dire delle stereotipate descrizioni di come le donne siano isteriche nel litigare ed incomprese dai mariti mentre gli uomini siano menefreghisti, superficiali ed egoisti?). Mi spiace aver buttato 18 euro per questo romanzo, che non consiglio nemmeno di leggere per ammazzare il tempo in attesa del tram.

Scrivi una recensione