Traduttore: C. Scagliotti
Curatore: M. R. Cifarelli
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: XXXVIII-386 p.
  • EAN: 9788806181543
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    mary

    18/02/2014 16:35:30

    Una delle mie affermazioni più frequenti è che i classici non si smentiscono mai, ed aggiungo: soprattutto quelli inglesi. E' stato scritto tempo fa, ma è di un'attualità disarmante. Ora che viviamo ugualmente in 'tempi difficili' per motivazioni che hanno origine ai tempi di pubblicazione di questo piccolo gioiello, assistiamo a dinamiche interpersonali che sono praticamente identiche ad allora. Relazione fra individui che si costruiscono e si autodemolscono alla luce di un sole fumoso che fa capolinea fra le ciminiere di Coketown e che illuminano .....il nulla, ma rumoroso. Gli unici punti di contatto fra le due (o tre) classi sociali esistenti si ha solo quando l'una si scopre senza sentimenti e guarda con curiosità quelli che ne animano l'altra: ma quando se ne accorge è ormai tardi per rimediare. Forse non è da ritenere il miglior romanzo di Dickens, ma consiglio di leggerlo a tutti, soprattutto a chi pensa che i tempi difficili in cui stiamo vivendo siano unici nella loro 'bruttezza' e si interrogano da dove traggano origine.

  • User Icon

    ric

    08/12/2006 20:32:46

    Grande scrittore, non c'è che dire. Ma la storia appare un pò sciapa, e meno male che scrivendo le puntate settimanalmente si è sbrigato più del solito. Certo, va contro corrente, nel senso che è politicamente scorretto, visto che scrive tra l'altro anche sui movimenti sindacali e sulle rivendicazioni operaie in tempi di esplosione industriale e super modernismo vittoriano, ma non va a fondo mai. E questo lo credo anche cercando di mettermi nei panni del lettore del 1854, operazione alquanto ardita, non lo nego.

Scrivi una recensione