The Temple of I & I

Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: Ingrooves
Data di pubblicazione: 10 febbraio 2017
  • EAN: 0889326765486
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 30,50

Venduto e spedito da IBS

31 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

L'innovazione e lo spirito della musica giamaicana sono una costante fonte di ispirazione per noi, spiega Eric Hilton dei Thievery Corporation in riferimento al loro nuovo album “THE TEMPLE OF I & I”. Sulla mappa musicale, la Giamaica è un intero continente. Abbiamo avuto la fortuna di trascorrere un anno là, assorbendo le vibrazioni dell'aria e dei cittadini. E per noi, l'unico modo per connettersi con questo ricca fonte di ispirazione, è stato quello di lavorare in questo ambiente. Intriso quindi della cultura e del ritmo della Giamaica, “The Temple of I & I” è un'estensione dell’estetica dub da sempre presente nel DNA della band sin dall’EP di esordio “Sounds from Thievery Hi‐Fi”. Questa volta con l’aggiunta della scena musicale di Port Antonio e della magia dell’isola in generale. Trasferitisi sull’isola nel febbraio del 2015, Hilton, Rob Garza e tutta la sezione ritmica della band di Washington D.C., si sono fermati nella parte più profonda della Giamaica, appunto Port Antonio, e hanno iniziato le registrazioni del disco presso i Geejam Studios. Le persone non potevano credere che Robbie Myers, il nostro chitarrista, non fosse giamaicano, ride Hilton. Immagino siano abituati a band e artisti che vengono da Londra o da Los Angeles per registrare dischi rock e pop, ed erano molto eccitati e fieri del fatto che ci fosse della loro musica nel nostro sound. C’era un rispetto reciproco ed è stato molto gratificante. Ci siam ritrovati con ottima ganja e molte bottiglie di rum. Denso di suoni ispirati dall'isola, "The Temple of I & I" parte con ‘Thief Rockers’, guidando l'ascoltatore in un ondeggiamento tropicale ricco di riverberi prima di introdurre la voce della cantante di Kingston, Racquel Jones. Spiega Hilton: L’ho incontrata in occasione del mio primo viaggio a Port Antonio e fece qualche demo ai Geejam. Usò alcuni brani dei Thievery come tracce su cui cantare e fu tutto perfetto. Abbiamo dovuto attendere anni prima di trovare una voce brillante femminile e MC giamaicana. Nata come modella ed ex‐concorrente per Miss Giamaica, non ti aspetteresti mai una voce con una poetica del genere. È impressionante. Intanto i Thievery Corporation hanno fatto uscire un paio di brani, ‘Let The Chalice Blaze’ e ‘Letter to the Editor’, come anteprima dell’album. “The Temple of I & I” è un luogo di culto che esiste solo nella nostra immaginazione, un luogo dove tutte le persone sono scelte dalle persone e l'unità degli individui è possibile, spiega Hilton circa il titolo dell'album. Gran parte del mondo è diviso in popoli e sistemi che hanno imprigionato la coscienza delle persone e permesso a pochi di controllare molti. La cultura può essere, al tempo stesso, una benedizione e una maledizione. L'umanità trascende popoli e cultura. E questo è stato il tema costante fin dal primo giorno dei Thievery Corporation. Thievery Corporation sono Eric Hilton e Rob Garza.

Disco 1
  • 1 Thief Rockers (feat. Zee)
  • 2 ExplicitLetter to the Editor (feat. Racquel Jones)
  • 3 Strike the Root (feat. Notch)
  • 4 Ghetto Matrix (feat. Mr. Lif
  • 5 True Sons of Zion (feat. Notch)
  • 6 The Temple of I & I
  • 7 Time + Space (feat. Lou Lou Ghelichkhani)
  • 8 Love Has No Heart (feat. Shana Halligan)
  • 9 Lose to Find (feat. Elin Melgarejo)
  • 10 Let the Chalice Blaze
  • 11 Weapons of Distraction (feat. Notch)
  • 12 Road Block (feat. Raquel Jones)
  • 13 Explicit Fight to Survive (feat. Mr. Lif)
  • 14 Babylon Falling (feat. Puma)
  • 15 Drop Your Guns (feat. Notch)