Tempo fuor di sesto

Philip K. Dick

Traduttore: A. Martini
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2003
Pagine: 272 p.
  • EAN: 9788834709399

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dottor D.

    13/11/2005 02:52:23

    Il voto è, come si suol dire, politico, nel senso che io questo romanzo l'ho letto senza noia e ne ho apprezzato alcune riflessioni, ma non sono affatto sicuro di averlo capito nella sostanza.

  • User Icon

    enrico

    19/09/2005 19:54:32

    intrigante, ben scritto ed anche originale se rapportato al periodo di realizzazione. sulla profondità o complessità del romanzo nutro qualche dubbio. è un libro di fantascienza, nel senso più alto del termine, ma precursore di un bel niente! al di là del voyeurismo e della menzogna, quale altro tema di fondo si può scovare? non ditemi l'universo, la libertà, il patriottismo, il tempo (?) e via discorrendo. il punto centrale, cioè il motivo per cui Reagle si schiera coi Lunatici, è sfiorato appena e lasciato più che altro all'immaginazione. storia ben costruita ma sono andato a letto senza interrogativi!

  • User Icon

    roberto

    22/12/2004 11:20:41

    detto solo che si tratta di un'opera straordinaria,profondissima e geniale,una delle migliori di quel genio assoluto che fu dick..volevo sapere:perchè"tempo fuori luogo"pubblicato da sellerio anni fa,diventa"tempo fuor di sesto"?forse perchè "la svastica sul sole "diventa "il signore dell'alto castello"e così via?non è per caso che siam di fronte ad una speculazione indecorosa?

  • User Icon

    Alessandro

    26/08/2004 23:16:35

    Dio benedica P.K.D., ovunque sia nascosto!

  • User Icon

    francodapavia

    06/04/2004 00:03:55

    E'un libro straordinario. Pensare che Dick lo scrisse quasi ai suoi esordi, sorvegliando con cura la prosa e controllando bene la trama (non sempre in seguito gli sarebbe riuscito...)E' straordinario soprattutto perchè si avvale di un'idea centrale così forte (la paranoia, il solipsismo...) che una volta letta non te la dimentichi più. E sicuramente, Peter Weir l'ha letto! Che altro è "The Truman show" se non la versione cinematografica di questo romanzo?

  • User Icon

    Latinese

    06/07/2003 09:41:48

    Romanzo assolutamente necessario, il primo grande libro di Philip K. Dick. L'avrò letto non so quante volte, e ogni volta mi riprende. E' strutturato in modo magistrale, e tratta con semplicità e immediatezza cose che ad altri hanno richiesto centinaia di pagine di rimuginazione. Folgorante. Non è solo un romanzo sugli anni '50 americani, è soprattutto un romanzo sul tempo. E nasconde veri abissi.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione