Categorie

Giuliana Garzone, Francesca Santulli, Daniela Damiani

Curatore: G. Garzone
Editore: Cisalpino
Collana: Linguistica
Anno edizione: 1990
Pagine: 281 p.
  • EAN: 9788820506698

scheda di Pantaleoni, L., L'Indice 1993, n. 6

Con "terza lingua" si intende quella sorta di terreno neutro, o codice provvisorio, che serve come supporto della memoria per i traduttori che traducono, per blocchi consecutivi, il testo orale, ad esempio, di un conferenziere. A differenza degli altri tipi di traduzione, il tempo concesso per la traduzione consecutiva è più breve di circa tre quarti o due terzi rispetto a quello impiegato dall'oratore, influenzando così il tipo di testo, che deve essere "rielaborato'' dal traduttore stesso. Anche se i destinatari privilegiati di questo volume sono interpreti professionisti e docenti di interpretariato nelle varie scuole a indirizzo speciale, pubbliche e private, presenti in Italia, il volume si rivolge a un pubblico non necessariamente di soli addetti ai lavori, nonostante l'apparente tecnicismo. Nella prima parte, dopo una puntuale premessa che illustra problematiche e terminologia di lavoro, gli autori entrano nel vivo degli aspetti teorici e forniscono preziosi spunti di riflessione anche a un livello più generale. I vari stili cognitivi, le tecniche di memorizzazione e di presa di appunti, l'utilizzazione di tecniche personalizzate per la rappresentazione graficizzata del messaggio di partenza (usando la pagina come spazio bidimensionale), le utili e interessanti esemplificazioni della seconda parte costituiscono materiale di riflessione sul quale eventualmente dissentire in termini di soluzioni fornite, ma pur sempre stimolante. Più tecnica la terza parte del volume, costituita da esempi di testi trasferiti da noti professionisti del settore.