Il tesoro della Sierra Madre

The Treasure of the Sierra Madre

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Treasure of the Sierra Madre
Regia: John Huston
Paese: Stati Uniti
Anno: 1948
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 10,99

Venduto e spedito da Shop Mio

Solo 1 prodotto disponibile

+ 2,98 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 10,78 €)

Fred Dobbs è un vagabondo senza lavoro. Conosce un vecchio cercatore d'oro e inizia a lavorare sodo seguendo, con lui e un altro uomo, un nuovo filone. In poco tempo raccolgono una discreta fortuna, ma Dobbs vuole tenersi tutto per sé: colpisce il compagno e fugge. Viene però assalito da dei banditi messicani che lo uccidono per rapinarlo, ma, ignorando il valore di quella polvere gialla, la buttano via per tenersi gli attrezzi e le cavalcature.
3
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    edena

    19/09/2019 16:24:05

    Una storia interessante e coinvolgente, dove la febbre dell'oro colpisce, anche in maniera violenta, offuscando le menti provate dalla fatica e dall'avidità. Molto gradevole, si guarda senza problemi e le due ore di durata neanche si avvertono.

  • User Icon

    Michele Bettini

    21/10/2014 23:20:27

    Film accettabile e divertente soltanto per i primi due terzi. Poi dobbiamo cibarci una massiccia dose di comportamenti e situazioni improbabili come nelle favole di Ardersen e dei fratelli Grimm. E bisogna, per far parte della maggioranza, condividere le risate finali da pazzi ubriachi. Un finale alla Dottor Stranamore, anch'esso troppo celebrato e altrettanto demenziale, perché inverosimile. Un cercatore d'oro viene colpito due volte dalla pistola di un collega, diciamo senza motivo. Poi si rialza e guarisce in fretta. Un terzo cercatore, momentaneamente assente, ritrova l'amico ferito, e grazie alle sue conoscenze mediche lo rimette a posto senza bisogno di radiografie e antibiotici. Il miracolato quindi parte verso un nuovo destino senza aspettare una completa e certa guarigione. Dobbs (Humphrey Bogart) perde la testa e decide di sbarazzarsi dei suoi due compagni. Neanche un pazzo patentato poteva prendere una decisione del genere, prevedendo che era impossibile farcela da solo in un territorio pieno di banditi, di polizia e anche di gente per bene poco ragionevole. Alla faccia del capolavoro. A questo film seguiranno per 20 anni altri film con personaggi che dopo aver fatto tanto perderanno tutto a causa del fatto che perdono la testa. Non si perde la testa quando è il momento della festa. E la copertina del DVD, che mostra Bogart con un'arma in pugno, era necessaria? Roba per veristi datati e che non amano divertirsi.

1948 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attore non protagonista - Huston Walter

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 126 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; foto; manifesto originale: poster - locandine
  • John Huston Cover

    "Regista e sceneggiatore statunitense. Terminata la scuola superiore, si dedica prima alla carriera militare, poi al giornalismo e contemporaneamente alla boxe, nella categoria dei medi leggeri. Pubblica quindi un libro di racconti, American Mercury, per lo più ambientato nel milieu pugilistico, e scrive anche una commedia, Frankie and Johnny, denotando una certa attitudine alla narrazione. Per questo il padre, l'attore Walter H., forse perplesso per il suo turbolento spirito d'avventura, lo spinge a dedicarsi alla recitazione, e lo introduce nell'ambiente teatrale. Nel 1931 collabora così alla sceneggiatura di un film interpretato dal padre, La sposa della tempesta, diretto da W. Wyler. Assunto dalla Warner Bros, scrive o collabora alla sceneggiatura di vari film, tra i quali La figlia del... Approfondisci
  • Humphrey Bogart Cover

    "Propr. H. De Forest B., attore statunitense. Icona maschile del cinema classico hollywoodiano, sicuramente il più citato nella storia del cinema (da J.-L. Godard a W. Allen), mito intramontabile di molte generazioni femminili per il suo personaggio di «tough guy» (duro) dall'animo sensibile; è destinato dal padre medico a seguirne le orme, ma si fa espellere dalla scuola e si arruola in marina dove, in seguito a un'esplosione, si procura una leggera ferita al labbro superiore e un conseguente piccolo difetto di pronuncia delle «s» (blesità), che rimarranno tratti caratteristici del suo volto e della sua recitazione. Inizia a calcare le scene nel teatro di un amico di famiglia nei primi anni '20, e nel 1930 debutta in un corto cinematografico, ma senza successo. Per qualche anno si divide... Approfondisci
  • Walter Huston Cover

    Nome d'arte di W. Houghstone, attore statunitense di origine canadese. Dopo una lunga attività nel vaudeville, a Broadway dal 1924, è richiamato, come molti attori di teatro, dal cinema sonoro ed esordisce, già maturo, in Gentlemen of the Press (I signori della stampa, 1929) di M. Webb. A partire da The Virginian (Il virginiano, 1929) di V. Fleming, in cui interpreta uno splendido villain, Hollywood ne fa una stella dalla luce intensa anche se breve. Dalla solida biografia di Lincoln di un tardo D.W. Griffith (Il cavaliere della libertà, 1930) all'H. Hawks più sobrio (Codice penale, 1931), dal cinico ritratto della Depressione (La follia della metropoli, 1932, di F. Capra) alla più tesa delle sfide all'O.K. Corral (Il giustiziere, 1932, di E.L. Cahn) fino al più cupo G. La Cava (Gabriel Over... Approfondisci
  • Tim Holt Cover

    "Attore statunitense. Dopo l'esordio in Amore sublime (1937) di K. Vidor, costruisce la sua carriera sul western, con ruoli secondari in Ombre rosse (1939) e Sfida infernale (1945) di J. Ford, ma anche da protagonista in alcuni film minori. Fuori dal western, recita in L'orgoglio degli Amberson (1942) di O. Welles e in Il tesoro della Sierra Madre (1948) di J. Huston a fianco di H. Bogart. Dall'inizio degli anni '50 le sue apparizioni si fanno sporadiche; il suo ultimo film è This Stuff'll Kill Ya! (Questa cosa ti ucciderà!, 1971) di H.G. Lewis." Approfondisci
Note legali