Testimone silenziosa - Francesca Campisi,Holly Seddon - ebook

Testimone silenziosa

Holly Seddon

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Francesca Campisi
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 416,17 KB
Pagine della versione a stampa: 380 p.
  • EAN: 9788822722539
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 2,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Terrà i lettori incollati fino all’ultima pagina.»
Publishers Weekly

Un grande thriller

«Mai letto un libro così!»

«Assolutamente sconvolgente!»


Il caso Amy Stevenson fece scalpore nel 1995. La ragazza, all’epoca quindicenne, scomparve nel tragitto da scuola a casa e fu ritrovata, giorni dopo, mezza morta. La foto del suo viso angelico venne affissa a ogni angolo di strada, trasmessa per giorni e giorni da tutti i notiziari, ma nessun testimone si fece avanti e l’aggressore non fu mai identificato. Quindici anni dopo, Amy è ancora viva, in un letto d’ospedale, circondata da poster di celebrità degli anni ’90 e dimenticata ormai dal resto del mondo. Finché nella sua stanza non entra la giornalista Alex Dale, impegnata in un’inchiesta sulle condizioni dei pazienti in stato vegetativo. Alex e Amy sono cresciute nella stessa periferia, hanno ascoltato la stessa musica, flirtato con gli stessi ragazzi. Alex non può fare a meno di sentirsi coinvolta e, nella speranza di poter finalmente emergere dall’inferno personale in cui è piombata da qualche tempo, inizia a indagare su quel caso mai risolto. Ma scavare nel passato potrebbe rivelarsi più pericoloso del previsto, soprattutto quando non è più possibile tornare indietro.

Bestseller internazionale
Pubblicato in 12 Paesi

Alcuni segreti non muoiono mai


«Le abilità narrative di Seddon sono forti e il libro avvincente... il mondo che ha costruito è affascinante.»
Kirkus Reviews

«Una storia appassionante, giocata sui temi della famiglia, che terrà i lettori incollati fino all’ultima pagina.»
Publishers Weekly

«Un thriller psicologico di prim’ordine, con moltissime false piste e colpi di scena.»
The Independent


Holly Seddon

vive con la famiglia nel cuore di Amsterdam, ma è cresciuta nella campagna inglese. Ha collaborato con giornali, siti e riviste ed è ossessionata dalla musica e dai libri. Testimone silenziosa, il suo thriller d’esordio, è diventato un bestseller internazionale, ed è stato pubblicato in 12 Paesi.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,61
di 5
Totale 7
5
1
4
4
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ele

    16/11/2019 08:30:08

    Lo consiglio...molto ben scritto e avvincente

  • User Icon

    Viola76

    24/10/2019 13:43:46

    Forse non è un thriller mozzafiato, ma è una bella storia, ben scritta, ben condotta e strutturata. Ho intuito il finale, ma avevo comunque voglia di continuare perché il libro sa prenderti ed è molto scorrevole. Il finale l'ho trovato davvero bello e particolare.

  • User Icon

    Sara

    24/07/2019 11:54:18

    Sicuramente il romanzo è ben scritto e scivola via in fretta. La storia appassiona anche se non è originalissima, personalmente avevo già capito chi fosse il colpevole parecchio prima della fine. La giornalista-detective ammetto che a tratti mi disturbava , come sicuramente desiderava l'autrice, ma la descrizione della sua dipendenza dall'alcol è molto ben fatta e realistica.

  • User Icon

    Catia

    01/02/2019 18:11:17

    Definire questo libro un thriller è, secondo me, inappropriato: non c’è un colpo di scena, un po’ di adrenalina, di suspense. Si legge come lo si farebbe con un resoconto su un’indagIne, ovviamente con la curiosità di scoprire il colpevole, ma senza un particolare trasporto. L’avrei tranquillamente evitato.

  • User Icon

    Deborah

    26/10/2018 11:20:58

    Passato e presente si intrecciano in un'altalena di verità e bugie, ricorrendo una realtà che sembra a portata di mano, ma inafferrabile e sconvolgente. 1995: Amy ha 15 anni, è un'adolescente come tante, una famiglia che nonostante i problemi economici è unita e soprattutto vuole che realizzi i suoi sogni. Amy ha 15 anni, due amiche del cuore e un ragazzo a cui vuole bene, anche se il loro rapporto non ha ancora avuto il tempo di evolversi. Amy ha 15 anni e qualcuno l'ha attirata in una trappola mortale fatta di attenzioni e gelosia. 2010: Alex ha trent'anni, è una giornalista con una vita turbolenta e una dipendenza per cui rischia la vita. Alex ha trent'anni e la vita l'ha provata, lei stessa in qualche modo si è auto-sabotata, perdendo l'amore, la famiglia e il lavoro. Alex ha trent'anni e non si aspetta di conoscere Amy e il suo caso, di lasciarsi coinvolgere al punto da buttarsi a capofitto in un'indagine così difficile e piena di risvolti inquietanti. Imprigionata in uno stato vegetativo da ormai quindici anni dopo essere stata brutalmente aggredita, Amy è la sola a conoscere la verità di ciò che le è accaduto, ma è anche la sola a non poterla svelare. Iniziano così le indagini che la portano a scavare nel passato della vittima, arrivando a false piste, testimoni con verità parziali, rapporti famigliari complicati: qualcuno sa, ma Alex riuscirà a dirigersi sulla strada giusta, scoprire l'aggressore e ritrovare sé stessa? Lo stile narrativo della Seddon è uno degli elementi che più mi hanno colpito. Scorrevole, approfondito e capace di catturare. I punti di vista si alternano tra i vari personaggi principali: Alex, Jacob e la vittima Amy. In questo modo ho potuto entrare nella loro mente e nelle loro vite, non soffermandomi solo sulla relazione con il caso in sé, ma anche scoprendo gli aspetti e le situazioni psicologiche e quotidiane che vivono. La trama è molto realistica, avvincente e stuzzica la curiosità del lettore.

  • User Icon

    melissa

    22/09/2018 12:59:20

    Complessivamente questo libro ha destato il mio interesse, ma molti elementi hanno reso più negativo il mio giudizio. Dividere tutti i capitoli riferendoli con il nome a un personaggio della storia alla fine frantuma il racconto in modo eccessivo, e far sì che la vicenda si chiarisca a poco a poco attraverso questi diversi interventi, mantenendo il filo della vicenda, avrebbe richiesto una tecnica narrativa più consumata di quella di questo autore. I pensieri della ragazza in coma sono un tentativo coraggioso, ma troppo strappalacrime con quel continuo riferirsi alla mamma , e con un'inconsapevolezza che dobbiamo accettare, ma poco credibile. Sinceramente, poi , sono stanca di queste protagoniste che bevono in modo veramente eccessivo (anche "La donna alla finestra") e anche fastidioso da seguire nel racconto, ma rimangono poi brillantissimi segugi e risolvono situazioni intricatissime. Ci sarebbe, però, materia per un interessante studio sociologico: queste numerose e disperate alcolizzate di buon livello sociale e intellettuale rispecchiano la realtà?

  • User Icon

    Diana

    15/09/2018 15:16:03

    E’ uno di quelle narrazioni che ti tiene incollato al libro fino all’ultimo: non riesci a capire chi possa aver aggredito la povera Amy. Mi e’ piaciuto anche che i capitoli avessero per titolo un protagonista, in modo da seguire ogni vicenda singolarmente: il fatto che ci siano flash-backs ha contribuito a rendere il libro piu’ avvincente. La scrittrice poteva pero’ evitare di raccontare tutte le sue bevute, ed e’ per questo che non assegno a questo libro il massimo dei voti.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali