The counselor-Il procuratore - Cormac McCarthy,Maurizia Balmelli - ebook

The counselor-Il procuratore

Cormac McCarthy

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Maurizia Balmelli
Editore: Einaudi
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 954,16 KB
Pagine della versione a stampa: 115 p.
  • EAN: 9788858411803
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quale demone spinge il procuratore a puntare tutto su un traffico di droga da venti milioni di dollari? È l'avidità a fargli rischiare ciò che ha di più caro - un rispettabile lavoro da avvocato, l'amore della donna dei suoi sogni, le leggi della coscienza? "L'avidità è decisamente sopravvalutata, suggerisce il suo socio di malaffari, Reiner - la paura invece no". E nel cartello di Juàrez, uno dei posti più pericolosi e depravati al mondo, dove la vita si perde per gioco e perderla in fretta è la sola preghiera, la paura non è mai sopravvalutata. Il primo testo di Cormac McCarthy specificamente scritto per il cinema da cui Ridley Scott ha tratto un film.
2
di 5
Totale 4
5
1
4
0
3
0
2
0
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Damiano Debiasi

    17/09/2014 21:51:26

    Ho letto i commenti precedenti. Mi spiace per voi. Sceneggiatura perfetta. Film perfetto. Siamo al capolavoro del decennio. Il testo condensa il Cormac pensiero. Forse non avevate capito niente nemmeno degli altri suoi romanzi.

  • User Icon

    Fabio Scarnati

    11/03/2014 13:35:19

    Passo falso dello scrittore americano. Anche il film che ne è stato tratto, regia di Ridley Scott, è qualcosa di insulso e inguardabile. Certamente questo libro non aiuta McCarthy nella corsa al Nobel. Perché Cormac? Perché?

  • User Icon

    Cristiana

    31/01/2014 18:33:24

    Sono attonita. Possibile che un grande scrittore possa aver scritto qualcosa del genere? Me ne sfugge completamente il senso. La spiegazione magari è semplice un'età avanzata che non ha portato consiglio. Libro (e film) assolutamente da evitare.

  • User Icon

    Grazia

    08/01/2014 05:43:00

    Ho amato Ridley Scott e Cormac McCarthy, quindi ho acquistato questo libro. Da molto non leggevo qualcosa di così brutto...probabilmente una solenne presa in giro del pessimo gusto e del voyerismo che ormai impera ovunque. Peccato. Non andrò nemmeno a vedere il film

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Cormac McCarthy Cover

    Scrittore americano, è cresciuto in Tennessee, dove ha frequentato l'Università, abbandonandola per ben due volte.Entrato nel '53 nell'Air Force, vi è rimasto per quattro anni.Ha vissuto anche a El Paso, in Texas, e a Tesuque, nel Nuovo Messico.McCarthy non concede interviste e non frequenta gli ambienti letterari e mondani (del 2007 l'eccezione dell'intervista televisiva con Oprah Winfrey).Tra le sue opere ricordiamo Il guardiano del frutteto, Il buio fuori, Suttre, Meridiano di sangue, Oltre il confine e Città della pianura. Cavalli selvaggi, ha conquistato il National Book Award.Con La strada del 2007 ha vinto il Premio Pulitzer per la narrativa.Dalle opere di McCarthy sono stati ricavati diversi film: nel 2000, Cavalli selvaggi è stato trasposto nel film... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali