The Ingmar Bergman Archives

Curatore: P. Duncan, B. Wanselius
Editore: Taschen
Collana: For Poor
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 22 giugno 2018
Pagine: 452 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9783836568661
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Sensazione svedese. Un’indagine approfondita sull’opera cinematografica completa di Bergman

“Un volume sontuoso e insuperabile, il più grande studio che sia mai realizzato su un regista cinematografico.” - The Guardian, London

Fin dall’uscita nelle sale del Settimo sigillo e del Posto delle fragole nel 1957, Ingmar Bergman si è imposto come una delle figure chiave del cinema internazionale. In 60 anni di carriera Bergman ha scritto, prodotto e diretto 50 film che raccontano il nostro modo di vederci e di relazionarci con le persone che amiamo, tra cui Persona, Scene da un matrimonio o Fanny e Alexander. Prima della sua morte nel 2007, Bergman ha concesso a TASCHEN e alla casa editrice svedese Max Ström libero accesso ai suoi archivi della Bergman Foundation, insieme al permesso di ripubblicare i suoi scritti e le sue interviste, molte delle quali non erano mai state diffuse al di fuori della Svezia. Il ricercatore iconografico Bengt Wanselius, che ha lavorato per vent’anni con Bergman come fotografo, ha frugato negli archivi di tutta la Svezia, scoprendo immagini inedite tratte dai film di Bergman, e ha selezionato altre immagini inedite dagli archivi personali di molti fotografi. Questa riedizione attinge al volume Bergman Archives, la monografia più completa che sia mai stata scritta sul regista svedese. Per realizzare questa premiata pubblicazione Paul Duncan ha reclutato una squadra di esperti di Bergman i quali, grazie ai loro studi, sono riusciti a creare un discorso che riunisce per la prima volta tutta l’opera cinematografica di Bergman. La profondità degli scritti di Bergman è tale che gran parte della storia è raccontata attraverso le sue stesse parole. Questo libro include inoltre un’introduzione dell’attore Erland Josephson, uno dei più stretti amici e collaboratori di Bergman. Il 24 novembre 2008 Paul Duncan e Bengt Wanselius hanno vinto l’August Prize per il miglior libro non di narrativa pubblicato in Svezia. Si tratta del più prestigioso premio letterario svedese, la cui giuria è formata dai librai e bibliotecari del Paese.
I curatori:
Bengt Wanselius ha lavorato come fotoreporter freelance per le principali riviste e case editrici scandinave dal 1967 al 1985. Per 15 anni è stato il fotografo ufficiale del Royal Dramatic Theater di Stoccolma, documentando il lavoro di registi teatrali di fama internazionale come Arthur Miller, Andrzej Wajda, Robert Lepage e Ingmar Bergman. Ha collaborato con Bergman in 20 produzioni che spaziavano dal teatro, all’opera, alla televisione, creando così un archivio fotografico unico sulla sua opera.
Paul Duncan è uno storico di cinema. Le sue pubblicazioni per TASCHEN includono The James Bond Archives, The Charlie Chaplin Archives, The Godfather Family Album, Taxi Driver, Film Noir e Horror Cinema, nonché libri su registi, generi, stelle del cinema e locandine dei film.
Con contributi dell’autore:
Erland Josephson è stato scrittore, drammaturgo, attore e regista. Ha lavorato con Ingmar Bergman per settant’anni. Ha inoltre collaborato con molti altri registi di fama mondiale, come Andrej Tarkovskij, Theo Angelopoulos, Liliana Cavani e István Szabó.

Anniversario: Centenario della nascita di Ingmar Bergman 14 luglio 2018

€ 51,00

€ 60,00

Risparmi € 9,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

51 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità: